Verde urbano. Nel 2011 il 2,7% dei Comuni capoluogo. Istat

Notizia 

4 aprile 2013 13:25

 

Nel 2011, il verde urbano rappresenta il 2,7% del territorio dei comuni capoluogo di provincia (oltre 550 milioni di m2). Il 14,8% della superficie comunale e’ inclusa in “aree naturali protette”, mentre la superficie agricola utilizzata (Sau) e’ pari al 45,5% del territorio. Lo rende noto l’Istat. Ogni abitante dispone mediamente di 30,3 m2 di verde urbano. Le disponibilita’ piu’ contenute si rilevano al Centro (23 m2 per abitante) e al Nord-ovest (24,3 m2). Nelle citta’ del Nord-est il valore medio e’ quasi doppio rispetto a quelle del Centro e del Nord-ovest (45,4 m2 per abitante) e anche nel Mezzogiorno e’ comparativamente elevato (37,1 m2 tra le citta’ del Sud e 26,7 m2 nelle Isole). Sono 43 i capoluoghi con un “profilo verde” definito dalle seguenti caratteristiche: consistente dotazione delle superfici destinate a verde urbano (19 citta’) e, oltre a questa, incidenze superiori alla media delle aree naturali protette (11 citta’) o delle superfici destinate a uso agricolo (ulteriori 11 citta’), mentre solo due citta’ possiedono tutte e tre le suddette caratteristiche. Nel 15% circa dei capoluoghi la disponibilita’ di verde urbano e’ pari o superiore ai 50 m2 per abitante, mentre nel 17,7% non si raggiunge la soglia dei 9 m2 pro capite. Circa un quinto delle citta’ presenta valori superiori alla media sia per densita’ che per disponibilita’ del verde urbano: tra queste Sondrio, Trento, Potenza e Matera. Bassi valori di entrambi gli indicatori caratterizzano invece la meta’ dei capoluoghi (quasi il 70% tra quelli del Sud). Le aree del “verde storico” e dei “parchi ville e giardini di non comune bellezza” (cioe’ le superfici a verde tutelate dal Codice dei beni culturali) rappresentano circa un terzo del verde urbano; le aree a “verde attrezzato” il 15,9%, quelle dell'”arredo urbano” il 9,4%, le “aree sportive all’aperto” il 3,8%, i “giardini scolastici” il 3,4%, il 2,4% le aree della “forestazione urbana”. Una tipologia di verde in crescente diffusione nelle citta’ sono gli “orti urbani”, attivati in ben 44 amministrazioni. In 58 comuni le aree a verde urbano includono “orti botanici”. Gli strumenti di pianificazione e gestione del verde urbano sono poco utilizzati dalle amministrazioni: meno di un quinto dei comuni ha approvato il Piano del verde, e il 45,7% ha adottato un Regolamento del verde. Il censimento del verde e’ stato invece effettuato dal 70,7% delle citta’; tra quelle di maggiori dimensioni solo Milano, Venezia, Bologna e Palermo hanno adottato tutti questi strumenti di gestione territoriale.

Autore: ADUC – Associazione diritti utenti e consumatori – Aduc.it