UniCredit: utile 2019 in calo, proposto dividendo e buyback

Utile 2019 in discesa per UniCredit. Il Cda ha proposto un dividendo cash da €1,4 mld e un buyback da €500 mln.

UniCreditUniCredit ha archiviato l’esercizio 2019 con un utile netto contabile di 3,4 miliardi, in flessione del 17,9% rispetto al 2018 ma al di sopra dei 3,1 miliardi attesi.

Nel quarto trimestre 2019 la perdita è stata di 835 mln, (-1,1 mld il consensus), a causa di poste non operative nette per 2,3 mld, tra cui 365 milioni dalla cessione del 9% di Yapi Kredi, costi di integrazione in Germania e Austria per 319 mln e rettifiche su crediti nella “bad bank” interna per 1,1 mld.

Il margine di intermediazione si e’ attestato a 18,8 mld (-0,7%), con interessi netti a 10,2 mld (-3,5%) e commissioni nette a 6,3 mld (-0,4%). I costi operativi sono scesi del 3,7% a 9,9 mld, per un rapporto cost/income sceso al 52,7%. Relativamente alla solidità patrimoniale, il Cet1 pro forma per il 2019 si è attestato al 13,09%.

Il cda di UniCredit proporrà la distribuzione agli azionisti di un dividendo di 0,63 euro per azione, per un monte cedole da 1,4 miliardi, e il riacquisto di azioni proprie (buyback) per 500 milioni di euro.

L’a.d. Jean Pierre Mustier ha dichiarato che non sarà presa in considerazione la possibilità di distribuire acconti sul dividendo.

Devi essere loggato per commentare Login