Telefonia fissa. Prezzi in aumento

I prezzi della telefonia fissa stanno aumentando nel mondo. Lo rileva l’Autorita’ inglese delle tlc (Ofcom) nel Rapporto 2012, spiegando che l’Italia e’ al top tra i Paesi esaminati (Gb, Francia, Germania, Spagna, Usa e Italia), con un aumento in media del 22%, ‘principalmente a causa degli aumenti delle tariffe di Telecom Italia’. L’Ofcom ha preso in esame i prezzi dei tre principali operatori di ogni Paese e ha poi realizzato alcuni specifici ‘basket’, cioe’ profili di consumo, per verificare l’andamento delle tariffe in maniera piu’ precisa. Per quanto riguarda la telefonia fissa, l’Italia risulta prima in ciascun profilo: nel primo, quello relativo a una famiglia con bisogni di base che fa un uso contenuto del telefono, la spesa mensile e’ pari a 29 sterline, contro le 26 dello scorso anno e davanti a tutti gli altri Paesi, che vanno dalle 19 sterline del Regno Unito alle 28 della Spagna. Nel secondo profilo, quello relativo a una casa connessa a banda larga con bisogni di base, il prezzo sale a 40 sterline, contro le 33 del 2011 (gli altri vanno dalle 20 del Regno Unito alle 36 della Germania). Nel terzo caso (famiglia con bisogni diversi), la spesa sale a 48 sterline, mentre nel 2011 erano 38 (il piu’ virtuoso e’ sempre il Regno Unito con 21 sterline, il secondo posto tra i piu’ cari spetta a Germania e Francia con 38). Il quarto profilo, infine, che descrive i comportamenti di una famiglia composta da due persone ad alto reddito, paga 37 sterline (30 nel 2011), contro le 23 del Regno Unito. Se si guarda poi alla cosiddetta ‘offerta migliore’, cioe’ al prezzo piu’ basso in assoluto nei vari Paesi, emerge che anche in questo caso i prezzi in Italia sono aumentati rispetto allo scorso anno per tutti e quattro i profili. Come piccola consolazione, tuttavia, l’Italia non occupa qui il primo posto, ma il secondo, dietro alla Germania. Secondo i calcoli di Ofcom, la tariffa migliore in Italia e’ infatti aumentata dell’8%. Migliore e’, invece, la performance per quanto riguarda i servizi a banda larga, sia su telefonia fissa che mobile. I prezzi sul fisso sono scesi in quasi tutti i paesi, Italia compresa, ma e’ salita l’offerta migliore. Per quanto riguarda la banda larga mobile, l’Italia mostra i prezzi piu’ bassi, tuttavia si registra un lieve rincaro rispetto al 2011.

Autore: ADUC – Associazione diritti utenti e consumatori – Aduc.it