Stipendi e rimborsi politici locali per legge online. Tutte le novita’ del decreto anti-corruzione

Finalmente. Con il decreto attuativo della legge anti-corruzione arriva l’obbligo di trasparenza degli stipendi e dei rimborsi dei consiglieri locali pena una multa che puo’ arrivare fino a 10mila euro.

Ecco il dettaglio i punti principali del provvedimento.

ONLINE STIPENDI E RIMBORSI CONSIGLIERI LOCALI

Non solo i parlamentari e i componenti del governo (per i quali e’ gia’ previsto) ma anche i consiglieri locali dovranno mettere online stipendi e rimborsi. Dovra’ andare sulla rete anche la loro situazione patrimoniale e quella dei parenti entro il secondo grado. La mancata pubblicazione comporta una multa da 500 a 10mila euro. I dati vanno pubblicati entro tre mesi dalla elezione o dalla nomina e per i tre anni successivi dalla cessazione del mandato. Online anche gli atti dei procedimenti di approvazione dei piani regolatori e delle varianti urbanistiche oltre che dei dati, in materia sanitaria, relativi alle nomine dei direttori generali.

OBBLIGO PUBBLICAZIONE ASSENZE DIPENDENTI

Le norme sulla trasparenza prevedono l’accessibilita’ di tutte le informazioni che riguardano l’organizzazione e l’attivita’ delle p.a. nell’obbligatoria sezione ‘Amministrazione trasparente‘. Il provvedimento prevede, tra l’altro, che le pubbliche amministrazioni pubblichino trimestralmente i dati relativi ai tassi di assenza del personale, distinti per uffici di livello dirigenziale.

PUBBLICITÀ CONTI DEI GRUPPI CONSILIARI

Regioni e province devono pubblicare i rendiconti dei gruppi consiliari, con l’evidenza delle risorse trasferite a ciascun gruppo e indicazione del titolo di trasferimento e dell’impiego delle risorse. La mancata pubblicazione comporta il taglio del 50% dei trasferimenti annuali.

TRASPARENZA SU AFFIDAMENTO APPALTI E AFFITTI IMMOBILI

Il decreto prevede che ogni amministrazione pubblichi le informazioni relative alle procedure per l’affidamento e l’esecuzione di opere e lavori pubblici, servizi e forniture. Vengono inoltre rese pubbliche e messe online le informazioni identificative degli immobili posseduti e i canoni di locazione o di affitto versati o percepiti.

PUBBLICITÀ TEMPI EROGAZIONE SERVIZI

Le pubbliche amministrazioni devono pubblicare, oltre alla carta dei servizi, anche i costi contabilizzati, evidenziando quelli effettivamente sostenuti e quelli imputati al personale, per ogni servizio erogato e il relativo andamento nel tempo. Inoltre vanno resi noti i tempi medi di erogazione dei servizi.

DIRITTO DI ACCESSO CIVICO

I cittadini hanno diritto di chiedere e ottenere che le p.a. pubblichino atti, documenti e informazioni che detengono e che, per qualsiasi motivo, non hanno ancora divulgato.

15 / 02 / 2013

Politica

Scrivi il tuo commento sulla pagina ‘Stipendi e rimborsi politici locali per legge online. Tutte le novita’ del decreto anti-corruzione ‘

Politica Economia SoldiAutore: redazione – Finanzautile.org