Saipem: nuovi contratti per 400 mln USD

Saipem si è aggiudicata nuovi contratti E&C offshore in Azerbaigian, Mare del Nord e Repubblica del Congo per complessivi 400 mln USD.

saipemSaipem ha sottoscritto nuovi contratti E&C offshore in Azerbaigian, nel Mare del Nord e nella Repubblica del Congo per un valore complessivo di circa 400 milioni USD.

In Azerbaigian, Total ha assegnato un contratto SURF al consorzio tra la controllata di Saipem, Saipem Contracting Netherlands BV, Boshelf LLC e STAR GULF FZCO per lo sviluppo del campo di Absheron gestito da JOCAP, una JV tra TOTAL E&P Absheron (50%) e SOCAR Absheron (50%), tra i 10 e i 500 metri di profondità, nel Mar Caspio. Lo scopo del lavoro comprende l’ingegneria, l’approvvigionamento, la costruzione e l’installazione, l’assistenza al commissioning e al collaudo di una flowline di produzione da 12 pollici, della sua struttura terminale (FLET – Flowline End Termination) e del relativo cavo ombelicale, entrambi lunghi circa 34 chilometri.

A Saipem sono stati, inoltre, assegnati lavori da Humberside Gathering System Limited, per conto dei Tolmount Development Partners (Premier Oil e Dana Petroleum) per l’ingegneria delle condotte, l’approvvigionamento, la costruzione e l’installazione (EPCI) in relazione allo sviluppo del principale campo di gas Tolmount, situato nella parte meridionale del Mare del Nord, come già riportato nel comunicato stampa di Premier Oil.

Infine, attraverso la sua controllata Boscongo SA, Saipem ha ottenuto un contratto di Modification, Maintenance and Operations (MMO) da Eni Congo SA per la fornitura di servizi di manutenzione, modifiche e migliorie di tutti i siti offshore di Eni Congo nella Repubblica del Congo per un periodo di 36 mesi. Lo scopo del lavoro include attività di manutenzione in loco, come interventi di urgenza, la manutenzione pianificata e non, nonché la fornitura di pezzi di ricambio, materiali e servizi di officina presso il cantiere di Boscongo (Pointe Noire).

Questi nuovi contratti offshore confermano il successo di Saipem nella realizzazione della strategia volta a consolidare la sua leadership nei mercati tradizionali quali SURF, convenzionale e pipeline, nonché a diversificare la propria attività nei segmenti Non-Oil Capex, come il mercato Modification Maintenance Operations. Il contratto SURF, in particolare, conferma l’importanza dell’Azerbaigian, dove lavoriamo con continuità da molti anni, portando la nostra esperienza per creare un rapporto duraturo e proficuo con il paese, nonché contribuendo a consolidare il nostro impegno nel local content” ha commentato Stefano Porcari, Chief Operating Officer della Divisione E&C Offshore di Saipem.