Reply: risultati 2012 superiori all’andamento del mercato, dividendo 0,57 euro

Il gruppo Reply ha chiuso l’esercizio 2012 con un fatturato consolidato di 494,8 milioni di Euro in crescita del 12,4% rispetto ai 440,3 milioni di Euro dell’esercizio 2011. L’EBITDA è stato pari a 62,4 milioni di Euro, 55 milioni di Euro nel 2011, mentre l’EBIT si è attestato a 52,2 milioni di Euro contro i 48,7 milioni di Euro nel 2011.

L’EBIT sarebbe stato pari a 55,6 milioni di Euro (+14,2% rispetto al dato 2011), al netto della contabilizzazione a conto economico di oneri straordinari, pari a 3,3 milioni di Euro – relativi all’acquisizione di Portaltech Reply, specializzata in strategie e soluzioni di e-commerce multicanale, – dovuti al miglior andamento della società rispetto al piano originario.

Il risultato netto è stato pari a 27,1 milioni di Euro (24,2 milioni di Euro nel 2011). In seguito ai risultati conseguiti nel corso del 2012, il Consiglio di Amministrazione di Reply ha deciso di proporre alla prossima Assemblea degli Azionisti la distribuzione di un dividendo pari a 0,57 Euro per azione, che verrà posto in pagamento dal 30 Maggio 2013, con data di stacco della cedola fissata al 27 Maggio 2013 (record data 29 Maggio 2013).

La posizione finanziaria netta del Gruppo, al 31 Dicembre 2012, è negativa per 0,4 milioni di Euro, in miglioramento rispetto al dato al 30 Settembre 2012, quando era negativa per 1 milione di Euro.

“Il 2012, ha dichiarato il Presidente Mario Rizzante, ha visto Reply ottenere risultati ampiamente superiori all’andamento del mercato. Il contesto economico generale, in tutta Europa, ha portato le aziende a ridurre significativamente gli investimenti e a prorogare nel tempo molti nuovi progetti. Ciò nonostante, Reply è stata in grado di crescere e di rinforzarsi ulteriormente”.

“Il posizionamento competitivo – conclude Mario Rizzante – e la solidità finanziaria ed economica ci consentono di proseguire nei nostri progetti di sviluppo, sia sul mercato europeo sia oltre oceano, negli Stati Uniti e in Brasile”.

Devi essere loggato per commentare Login

Rispondi