Per l’acquisto di La7 e’ rimasto solo Urbano Cairo

Per l’acquisto di La7 e' rimasto solo Urbano CairoLa vendita di Telecom Italia Media, il gruppo televisivo a cui fa capo l’emittente La7, continua a riservare sorprese e colpi di scena: se fino a pochi giorni fa si dava per scontata la “vittoria” del Fondo Clessidra di Claudio Sposito, ora i piani sono stati nuovamente cambiati. Il consiglio di amministrazione di Telecom Italia di ieri sera ha avuto un esito molto preciso: l’offerta del Fondo e la manifestazione di interesse di Diego Della Valle sono state accantonate, l’unico pretendente sara’ Urbano Cairo.

La scelta di una trattativa in esclusiva con il celebre editore e imprenditore ha un significato molto chiaro, Telecom si e’ voluta fidare di chi ha gia’ un collegamento con il canale televisivo, visto che la Cairo Communication gestisce di fatto la pubblicita’ dell’emittente. La decisione del cda, comunque, e’ avvenuta a maggioranza e non all’unanimita’, segno che le spaccature sono state numerose. L’offerta di Della Valle e’ giunta troppo in ritardo e la sua richiesta di qualche giorno in piu’ per esaminare i conti dell’azienda non e’ stata presa in considerazione.

Ora Cairo avra’ a disposizione due settimane di tempo per concludere il tutto, in moco che nei primi giorni di marzo si possa gia’ deliberare la cessione. Lo stesso imprenditore prescelto, il quale e’ anche presidente del Torino Calcio, ha ammesso i costi ingenti che comportera’ una operazione del genere, ma ha anche evidenziato gli interessanti punti di forza del rilancio societario.

Della Valle aveva invece intenzione di dar vita a una modello nuovo di societa’ mediatica, coinvolgendo investitori di nazionalita’ italiana e altri professionisti, nel pieno rispetto dell’indipendenza dell’informazione. Un interesse che aveva convinto i mercati finanziari (il titolo Ti Media ha guadagnato oltre il 10% in Borsa), ma non il consiglio di amministrazione.

Autore: Simone Ricci – Iljournal.it