Pagamenti PA, Federconsumatori: bene ma per il SSN serve altro

Nell’ultimo Consiglio dei Ministri, il Governo ha approvato,  su proposta dei Ministri per gli Affari Europei e della Giustizia, il decreto legislativo che recepisce la direttiva 2011/7/UE sui ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali tra imprese, e tra Pubbliche Amministrazioni e imprese, attuando cosi’ la delega conferita al Governo con l’articolo 10 della legge n. 180 del 2011 (Statuto delle imprese).

Nonostante il termine per il recepimento della direttiva sia fissato al 16 marzo 2013, il Governo ha voluto provvedere ad una sua attuazione anticipata dal 1° gennaio 2013 in considerazione della importanza della normativa nonche’ dell’opportunita’ peculiare di garantire, in questo momento, le imprese e piu’ specificatamente le piccole e medie imprese.

L’Italia e’ il primo grande Paese europeo a dare attuazione alla direttiva – si legge nel comunicato stampa dell’esecutivo – dotandosi, in anticipo sui tempi europei, di una piu’ rigorosa disciplina per contrastare i ritardi di pagamento, in particolare per quanto riguarda le Pubbliche Amministrazioni. Sono cosi’ assicurati termini certi di pagamento: di norma trenta giorni, che non possono comunque superare i sessanta, consentiti solo in casi eccezionali.

Il provvedimento incide anche sul settore sanitario. Tuttavia – sostiene Federconsumatori – si tratta ancora di norme lievi: e’ infatti urgente intervenire su ticket che diventano sempre piu’ cari, liste di attesa chilometriche e servizi inadeguati alle esigenze dei cittadini. “L’allarme per le sorti del Servizio Sanitario Nazionale resta alto, poiche’ i tagli radicali messi in atto in questi anni non potranno che portare allo smantellamento del sistema della sanita’ pubblica. Pensare di lasciare invariati i servizi riducendo drasticamente i fondi e’ un’illusione: prosciugare le gia’ magre risorse destinate al SSN portera’ ad un ulteriore peggioramento delle prestazioni, cosa che le famiglie non possono sopportare” conclude l’Associazione.

05/11/2012 – 17:08 – Redattore: VC

Autore: redazione – Helpconsumatori.it