Nuovo Papa. Se sara’ Bertone la profezia di Malachia si avverera’. E sara’ la fine

Con le dimissioni di Papa Benedetto XVI si apre una nuova era della Chiesa che pero’ potrebbe essere l’ultima.

Secondo la “Profezia sui papi” stilata da Malachia, venerato Santo dalla Chiesa cattolica, il prossimo “erede” di Pietro potrebbe essere l’ultimo.

Malachia, oltre per i diversi miracoli attribuiti, e’ ricordato nel corso della storia per le sue previsioni riguardanti l’identita’ e la successione dei papi eletti.

Parliamo della cosiddetta “Profezia sui papi”. Essa riguarda un elenco stilato da Malachia di 112 “brevi frasi” in latino che descrivono la successione dei papi della Chiesa cattolica Romana.

Una sorta di “motti” o di “indizi” che ebbero inizio con papa Celestino II (eletto nel 1143), fino ad arrivare ad un ultimo Papa, descritto nella profezia come “Pietro il Romano”, il cui pontificato finira’ con la distruzione di Roma e con il giudizio universale.

LA PROFEZIA

Benedetto XVI risulta essere il 111 papa ed e’ stato descritto come «Gloriae Olivae». Tale definizione riguarda proprio il nome scelto da Ratzinger. Difatti “Benedetto” glorificherebbe l’ordine dei Benettini e il ramoscello di ulivo (simbolo della pace), stemma al quale il papa e’ consacrato, e’ legato alla sua data di nascita che coincide con la Settimana Santa, si potrebbe quindi dire che e’ nato sotto il “segno dell’ulivo”.

Papa Wojtyla fu definito invece “De labore solis” che significa letteralmente fatica, lavoro. Mentre, in riferimento al sole, esso va ad indicare il significato di “eclissi”. Per la prima traduzione essa si riferirebbe alla grande attivita’ pastorale eseguita da papa Giovanni Paolo II, mentre per la seconda indicherebbe l’eclissi solare incredibilmente avvenutasia nel giorno della nascita di Wojtyla che nel giorno della sua morte.

L’ultimo della lista viene definito “Pietro il Romano” (Petrus Romanus).

Pietro Romano potrebbe essere il Cardinale Tarcisio Pietro Bertone, nato a Romano Canavese. La strana coincidenza del nome Pietro e della localita’ di nascita lascia quindi molto da pensare.

La profezia sul 112° papa, “Petrus Romanus”, assume soprattutto un aspetto inquietante perche’ presagisce la fine della Chiesa e la distruzione di Roma.

ECCO LA TRADUZIONE DELLA PROFEZIA FINALE

“Durante l’ultima persecuzione della Santa Romana Chiesa, siedera’ Pietro il romano, che pascera’ il suo gregge tra molte tribolazioni; quando queste saranno terminate, la citta’ dai sette colli sara’ distrutta, ed il temibile giudice giudichera’ il suo popolo. E cosi’ sia”.

LEGGI ANCHE

27 / 02 / 2013

Papa

Scrivi il tuo commento sulla pagina ‘Nuovo Papa. Se sara’ Bertone la profezia di Malachia si avverera’. E sara’ la fine ‘

Papa Economia Societa’Autore: redazione – Finanzautile.org