Mediobanca: utile netto 2012 a 124 milioni di euro

Mediobanca chiude il semestre con un utile di 123,8 milioni, pressoché raddoppiato rispetto allo scorso anno (63,4 milioni) ma ancora penalizzato da svalutazioni sul portafoglio titoli e partecipazioni – 95 milioni di impairment sulla quota Telco, svalutata ad un valore d’uso delle azioni Telecom Italia di €1,20 per azione.

Il risultato riflette da un lato il forte rallentamento del quadro congiunturale e dell’attività verso famiglie e imprese, dall’altro la prudente politica di impiego del Gruppo, il costante contenimento dei costi ed il mantenimento di un’elevata qualità degli attivi.

Nel dettaglio: i ricavi flettono a 911m (-6% a/a): l’apporto stabile del trading (106m contro 112m) e la crescita degli utili delle partecipazioni (da 72m a 86m) compensano parte della riduzione del margine di interesse (-7% a/a) e delle commissioni nette (-14% a/a);

i costi si riducono a 376m (-6% a/a) per i minori costi del personale (-3%) e spese amministrative (-8%);

gli indici di copertura dei crediti dubbi migliorano (dal 61% al 68% le sofferenze e dal 39% al 43% le attività deteriorate) ed il costo del rischio è stabile (129 bps);

il Core Tier1 aumenta all’11,8% (11,5% a settembre 12);

il ROTE ordinario si attesta al 7%.