L’Unione Europea ha una bozza di bilancio

L’Unione Europea ha una bozza di bilancioNotte di lavoro e di grandi leader stesi sui divani della sede dell’Unione Europea di Bruxelles per trovare un accordo sul bilancio dell’Unione per il 2014 e fino al 2020. Secondo la bozza di compromesso elaborata nella notte da Herman Van Rompuy, Presidente del Consiglio Europeo, il tetto complessivo di spesa sarebbe pari a 960 miliardi di euro per gli impegni e 908,4 per i pagamenti effettivi.

La cifra di 960 miliardi di euro per i cosiddetti ‘impegni’ e’ di 11,9 mld inferiore a quella proposta da Van Rompuy nel fallito vertice di novembre scorso. La somma di 908,4 miliardi e’ per i ‘pagamenti’, ovvero l’effettiva liquidita’ a disposizione per le politiche europee fra il 2014 ed il 2020. I 960 miliardi sono la stessa cifra proposta verbalmente da Van Rompuy in apertura del vertice. La seconda e’ a meta’ strada fra le due ipotesi di inizio serata (fra 903 e 915 miliardi). Nella proposta non e’ indicata la clausola di ‘flessibilita” richiesta dal Parlamento europeo.

Dice Marco Zatterin inviato de La Stampa a Bruxelles :”I leader, nuovamente riuniti dopo la lunga attesa del progetto per un compromesso, esaminano la bozza e trattano sui diversi capitoli di spesa. Se i 27 (piu’ la Croazia, che dalla prossima estate sara’ il 28/mo paese Ue) si accorderanno sulla bozza presentata stamattina da Van Rompuy, sara’ la prima volta nella storia dell’Unione che un bilancio pluriennale e’ inferiore rispetto al precedente: in particolare, si tratta di oltre 34 miliardi in meno di 7 anni. I tagli rispetto alla precedente proposta del presidente, «bocciata» al vertice del 23 novembre scorso, sono pari a circa 13 miliardi“.

Secondo fonti europee il lungo lavoro notturno si e’ reso necessario per rivedere la suddivisione tra i capitoli di spesa (agricoltura, coesione, infrastrutture, servizio diplomatico, amministrazione, ecc.) e la ripartizione del ‘peso’ degli sconti di cui godono paesi come Gran Bretagna, Germania, Olanda, Danimarca e Svezia.

Autore: Redazione – Iljournal.it