Le eccessive spese legali di Deutsche Bank

Le eccessive spese legali di Deutsche BankDeutsche Bank puo’ essere a un bravo calciatore che brucia il proprio talento a causa di capricci e vizi: si sta pur sempre parlando della piu’ grande banca d’Europa, ma i profitti del 2012 sono stati ridimensionati dal denaro usato per coprire i costi legali relativi alle ultime inchieste. Questo vuol dire che l’istituto di credito di Francoforte ha un buon potenziale, ma quest’ultimo rischia di essere quasi annullato da condanne e sanzioni pecuniarie.

Ecco perche’ le riserve sono state aumentate del 33%, fino a 2,4 miliardi di euro. Di conseguenza, i profitti del 2012 si sono ridotti da 400 a 291 milioni. Gli altri dati economici non sono stati toccati. Nessuno ha precisato i motivi di questa rettifica, ma non si puo’ non pensare alle indagini degli ultimi mesi. Ad esempio, Deutsche Bank e’ rimasta coinvolta nello scandalo della manipolazione del Libor (London Interbank Offered Rate), per non parlare dei derivati.

Le spese legali, inoltre, hanno intaccato le disponibilita’ contingenti, visto che e’ stato deciso un taglio di circa 500 milioni di euro. Deutsche Bank e’ comunque in buona “compagnia” da questo punto di vista, dato che anche la svizzera Ubs e’ stata costretta a versare 3,5 miliardi di dollari in multe e costi legali, 1,4 miliardi in piu’ rispetto al gruppo tedesco.

Tra l’altro, il Tier 1 (la misura della forza finanziaria di una banca) e’ stato ridimensionato dall’8 al 7,8% alla fine dello scorso anno. La domanda sorge spontanea a questo punto: che cosa sarebbe Deutsche Bank senza tutti questi coinvolgimenti giudiziari? Probabilmente non lo sapremo mai, anche perche’ nel settore bancario e’ davvero difficile scovare un istituto che abbia la fedina completamente pulita.

Autore: Simone Ricci – Iljournal.it