Indennita’ di malattia: requisiti e calcolo

L’indennita’ di malattia e’ una prestazione previdenziale dovuta per eventi morbosi che determinano una momentanea incapacita’ lavorativa.

A CHI SPETTA

La prestazione e’ riconosciuta solo ad alcune categorie di lavoratori iscritti alla gestione separata, tenuti a versare l’aliquota contributiva prevista ai fini I.V.S., maggiorata dello 0,72% per le prestazioni di malattia e maternita’.

REQUISITI ESSENZIALI

Per richiedere la prestazione e’ necessario che:

i lavoratori suddetti non risultino gia’ iscritti ad altra gestione pensionistica obbligatoria e non siano gia’ titolari di pensionerisultino accreditati, nei 12 mesi precedenti la data iniziale dell’evento, almeno 3 mesi di contribuzione alla Gestione separatail reddito individuale del lavoratore, assoggettato a contributo alla predetta Gestione, nell’anno solare precedente l’inizio dell’evento, non sia superiore al 70% del massimale contributivo stabilito annualmente per legge.il rapporto di lavoro sia ancora in corso di validita’ nel periodo in cui si colloca la prognosi contenuta nel certificato medico (circ. n. 76/2007).

COSA SPETTA

L’indennita’ e’ riconosciuta per un numero di giorni pari ad 1/6 della durata complessiva del rapporto di lavoro – ovvero il numero delle giornate lavorate o comunque retribuite nell’ambito dei rapporti di collaborazione in essere nei 12 mesi precedenti l’inizio dell’evento – e, comunque, per un minimo di 20 giorni. Non si applica l’istituto della carenza ma vengono indennizzati solo i periodi di durata superiore a 4 giorni.

Per gli eventi indennizzati a tale titolo non verra’ accreditata la contribuzione figurativa.

CALCOLO DELL’INDENNITA’

La misura della prestazione e’ pari al 50% dell’importo erogato per degenza ospedaliera. Pertanto, viene calcolata applicando le seguenti percentuali – diverse a seconda del numero di mesi di contribuzione accreditati al lavoratore – all’importo ottenuto dividendo il massimale contributivo annuale pe 365:

4% dell’importo ottenuto se, nei 12 mesi precedenti l’inizio del ricovero, risultano accreditati da 3 a 4 mesi di contribuzione6% dell’importo ottenuto se, nei 12 mesi precedenti l’inizio del ricovero, risultano accreditati da 5 a 8 mesi di contribuzione8% dell’importo ottenuto se, nei 12 mesi precedenti l’inizio del ricovero, risultano accreditati da 9 a 12 mesi di contribuzione.

Il pagamento dell’indennita’ e’ effettuato direttamente dall’Inps secondo la modalita’ scelta nella domanda:

bonifico presso l’ufficio postaleaccredito

Nel caso di prestazioni il cui importo netto superi i 1000 euro, secondo le vigenti disposizioni di contrasto all’uso del contante, le Pubbliche Amministrazioni non possono effettuare pagamenti per cassa.

La somma potra’ essere riscossa avvalendosi delle altre modalita’ in uso – accredito su c/c bancario o postale, su libretto postale, su INPS card o su carte di pagamento dotate di IBAN – nominativi ed intestati al legittimo beneficiario.

DOCUMENTAZIONE SANITARIA

Il lavoratore per ottenere l’indennita’ di malattia deve recarsi dal medico curante che provvede ad inviare il certificato telematico di malattia all’Inps.

Qualora la suddetta trasmissione telematica non sia possibile, il lavoratore deve, entro due giorni dalla data del rilascio, presentare il certificato di malattia, redatto in modalita’ cartacea, all’Inps e l’attestato al proprio datore di lavoro.

LA DOMANDA

La domanda per l’erogazione della prestazione deve essere inoltrata a cura del lavoratore entro il termine di prescrizione di un anno calcolato dal giorno successivo alla fine dell’evento di malattia. Il lavoratore in possesso di PIN dispositivo puo’ inviare direttamente la richiesta on line collegandosi al sito internet dell’Istituto (inps.it) oppure tramite il contact center multicanale (numero 803 164).

L’invio on line puo’ essere effettuato anche tramite i patronati attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.

E’ prevista la seguente documentazione da allegare – al fine di velocizzare il pagamento della prestazione:

per i collaboratori a progetto e coordinati e continuativi: copia del/i contratto/i di lavoro stipulati nei 12 mesi precedenti l’inizio dell’evento, copie delle dichiarazioni fiscali e delle dichiarazioni del committente che attestano i compensi percepiti e la contribuzione accreditata e versata.

La documentazione va allegata telematicamente seguendo le istruzioni indicate nella procedura telematica.

L’eventuale certificazione medico sanitaria necessaria all’istruttoria va presentata in originale, o nei casi consentiti dalla legge in copia autentica, direttamente allo sportello oppure spedita a mezzo raccomandata (art. 49 del dpr 445/2000).

Il lavoratore e’ tenuto ad osservare le fasce di reperibilita’, stabilite dalla legge per la generalita’ dei lavoratori, per l’effettuazione delle visite mediche di controllo domiciliari.

28 / 02 / 2013

Economia

Scrivi il tuo commento sulla pagina ‘Indennita’ di malattia: requisiti e calcolo ‘

Economia Soldi InpsAutore: redazione – Finanzautile.org