Il Regno Unito rivede il PIL: l’economia UK non ha mai vissuto un double dip

L’oscillazione trimestrale del prodotto interno lordo (PIL) nel quarto trimestre 2012 è rimasta costante a -0,3% ma, rispetto ai trimestri precedenti, ha visto una notevole revisione al rialzo, risultando in una crescita dello 0,3% anno su anno, migliore rispetto alla crescita zero prevista un mese fa. Ad esclusione del petrolio e del gas naturale, l’economia ha vissuto un’espansione pari allo 0,6% negli ultimi quattro trimestri – molto meglio del cosiddetto “flat-lining”.

Le variazioni trimestrali nella produzione industriale non petrolifera tra i terzo trimestre 2011 e lo stesso periodo del 2012 sono i seguenti: +0,6%, -0,2%, 0,0%, -0,3% and +1,0%. Il calo dello 0,3% nel secondo trimestre dello scorso anno va interamente ricondotto alle ferie più lunghe, che hanno causato un momentaneo declino per un solo trimestre – il quarto del 2011*.

L’economia interna, in altre parole, non ha mai vissuto una W alla fine del 2011/inizio 2012, nel senso convenzionalmente riconosciuto del termine che indica due contrazioni dell’economia in due trimestri successivi.

Un ulteriore elemento è che il calo dello 0,1% nella produzione industriale non petrolifera, nel corso del quarto trimestre 2012, può essere attribuito al progressivo ridursi della spinta economica generata dalle Olimpiadi. Nell’improbabile eventualità che il primo trimestre di quest’anno registri una contrazione, questo non la identificherebbe come un’altra “dip” (seconda non terza) – e sarebbe comunque richiesta un’ulteriore contrazione nel secondo trimestre.

I sostenitori della “triple-dip” ammetteranno il loro errore, o invece spiegheranno che gli spettri recessivi che tanto li spaventano sono la reazione alla debole produzione nel Mare del Nord, alle vacanze più lunghe e all’impossibilità di ospitare le olimpiadi ogni trimestre?

*Contrazione è stata causata da una flessione delle entrate e della spesa delle famiglie a causa del picco raggiunto dall’inflazione che nel settembre 2011 ha raggiunto quota 5,2%.

Commento a cura di Henderson Global Investors