Il Big Mac italiano e’ il piu’ caro dell’eurozona

Il Big Mac italiano e' il piu' caro dell’eurozonaForse qualcuno si stupira’, ma anche un panino ci puo’ offrire un’analisi economica dettagliata: e’ il caso del Big Mac, celebre prodotto dei fast food McDonald’s, non solo un incredibile concentrato di calorie e grassi, ma anche un vero e proprio simbolo del capitalismo americano. Ecco perche’ il periodico britannico The Economist continua ad utilizzarlo per confrontare il costo della vita su scala globale (esiste un apposito riferimento, il Big Mac Index).

In base all’ultima ricerca del Centro Studi Bruegel, il paese piu’ caro in cui acquistare questo hamburger all’interno dell’eurozona e’ l’Italia. Un risultato sconsolante, tanto piu’ che in altre nazioni questo stesso bene ha visto diminuire il suo prezzo. È il caso dell’Irlanda, del Portogallo, della Spagna e della Grecia (tutti Stati che si sono trovati in estrema difficolta’ economica), mentre le “virtuose” Germania e Austria hanno visto rincarare il panino in questione.

I dati si riferiscono al periodo compreso tra luglio del 2011 e lo scorso mese di gennaio, dunque circa un anno e mezzo. Cosa e’ successo di preciso nel nostro paese? il Big Mac e’ rincarato di ben venti centesimi, lo stesso “balzo” di cui e’ stata protagonista l’Estonia. Come sottolineato dallo studio, invece, il Belpaese non dovrebbe rappresentare il membro piu’ costoso dell’eurozona, visto che la nostra economia dovrebbe imporre una revisione della struttura dei costi.

Pagare 3,85 euro il Big Mac (in Francia e in Germania si aggira sui 3,60 euro) e’ una esagerazione e conferma una inflazione che preoccupa: a volte basta poco per comprendere la deriva di una economia, questo prezzo, magari singolare, fa pero’ capire benissimo che in Italia non si e’ ancora riusciti a rendere flessibile il mercato dei prodotti, l’unico rimedio per far diminuire l’andamento dei prezzi al consumo.

Autore: Redazione – Iljournal.it