I responsabili del fallimento di Alitalia nel 2008

I responsabili del fallimento di Alitalia nel 2008Il fallimento dell’Alitalia, la nostra compagnia di bandiera, risale al 2008, ma i rinvii a giudizio e il processo si concretizzano soltanto a cinque anni di distanza. Vi sono due ex dirigenti presi di mira, dunque cerchiamo di capire bene cosa e’ avvenuto e cosa potrebbe accadere. È proprio il 2008 quando si decide che l’avventura della vecchia Alitalia (la Linee Aree Italiane Spa per la precisione) e’ giunta al capolinea. L’insolvenza porto’ rapidamente alla procedura di fallimento, con il trasferimento delle attivita’ alla Compagnia Aerea Italiana (Cai).

I rinvii a giudizio di oggi si riferiscono a due amministratori delegati che hanno guidato la compagnia negli anni immediatamente precedenti a questa situazione. Si tratta di Francesco Mengozzi, in carica dal 2001 al 2004, e di Giancarlo Cimoli, attivo dal 2004 al 2007. Altri due personaggi implicati nella vicenda sono Gabriele Spazzadeschi, il quale ha ricoperto l’incarico di direttore del dipartimento amministrazione e finanza, e Pierluigi Ceschia, ex responsabile del settore finanza.

Non mancano i coinvolgimenti di altri funzionari di quel periodo. Le accuse sono molto precise. Il procuratore aggiunto Nello Rossi e i sostituti Stefano Pesci e Maria Francesca Loy, hanno contestato reati gravi come la bancarotta fraudolenta, la distrazione e la dissipazione del patrimonio. Ma di certo qualcuno deve aver favorito tutto questo o per lo meno si deve essere distratto in maniera clamorosa.

Ecco perche’ il giudice dell’udienza preliminare del Tribunale di Roma ha chiesto di accertare che ruolo abbiano avuto i governi che si sono succeduti in questo fallimento, senza dimenticare la mancata vigilanza da parte del collegio sindacale. L’arco temporale preso in esame, quello compreso tra il 2001 e il 2007, e’ stato caratterizzato da tre esecutivi: il governo guidato da Giuliano Amato duro’ fino al giugno del 2001, seguito poi da due mandati per il governo di Silvio Berlusconi (dal 2001 al 2006) e dall’esecutivo di Romano Prodi, insidiatosi nel 2006. Il processo comincera’ il prossimo 18 giugno a Roma.

Autore: Simone Ricci – Iljournal.it