I nuovi impegni della Red Bull con i consumatori

I nuovi impegni della Red Bull con i consumatoriNon sono bastate le ali per sfuggire agli importanti impegni con i consumatori: gli spot della Red Bull sono tra i piu’ presenti in assoluto a livello mediatico, ma d’ora in poi dovranno moderare i loro messaggi.

In effetti, la celebre compagnia austriaca si e’ accordata con l’Autorita’ Garante della Concorrenza e del Mercato sulle pubblicita’ relative alla sua altrettanto famosa bevanda energetica. Che cosa cambiera’ nello specifico?

L’Antitrust ha richiesto e ottenuto degli spot piu’ attenti nei confronti dei minori, oltre che piu’ precisi nello spiegare come questo prodotto non sia indicato per i bambini e le donne in gravidanza. Tutto e’ nato la scorsa estate, quando la stessa Agcm aveva avviato una indagine per pratica commerciale scorretta, un procedimento a questo punto archiviato grazie agli impegni e alle modifiche promesse. Queste ultime riguarderanno anche il sito web dell’azienda di Salisburgo.

Un esempio di quello che i consumatori potranno fruire in futuro e’ presto detto: in effetti, non si fara’ piu’ ricorso ai cartoni animati, come avvenuto finora, una scelta che ha messo fin troppo in risalto l’alto contenuto di caffeina di questo energy drink. Inoltre, vi sara’ un invito ben preciso a usare con moderazione la bevanda. Tra l’altro, la Red Bull non si rivolgera’ piu’ ai consumatori piu’ giovani con le sue pubblicita’ e non promuovera’ il prodotto presso le scuole.

Ecco perche’ gli spot saranno molto limitati in quei canali che offrono trasmissioni pensate proprio per bambini e adolescenti, la categoria di potenziali acquirenti che va maggiormente protetta. Un ultimo impegno concesso all’Antitrust sara’ quello relativo alla comunicazione degli spot, visto che la Red Bull evitera’ termini troppo forti o a effetto.

Autore: Simone Ricci – Iljournal.it