I consumatori e i colori dei valori nutrizionali

I consumatori e i colori dei valori nutrizionaliLa ricerca e’ americana, ma puo’ essere allargata anche al nostro paese: secondo uno studio messo in luce dal quotidiano statunitense Washington Post, nell’acquisto di dolci e cioccolate i consumatori sono influenzati dai colori presenti nelle confezioni. In particolare, se ci si trova di fronte a etichette di colore verde si pensa immediatamente a qualcosa di buono per la nostra salute, o almeno a qualcosa di migliore rispetto a un prodotto concorrente.

L’analisi in questione ha accertato come i consumatori reagiscano diversamente a etichette che riportano le stesse informazioni, ma di colore differente (ad esempio il verde rispetto al rosso). Nel 2009 la Mars Incorporated, colosso americano celebre per il suo biscotto ricoperto di cioccolato e caramello, ha introdotto le linee guida relative ai valori nutrizionali nelle sue confezioni. Il gia’ citato verde e’ stato sfruttato proprio dopo aver capito che la gente viene rassicurata maggiormente in questo caso.

Ogni singolo colore ha una sua influenza sugli acquisti, in quanto trasmette una determinata sensazione: ad esempio, il verde, oltre ad avere un effetto rilassante, indica anche ricchezza e salute, mentre il rosso, associato spesso all’energia, crea urgenza e aumenta addirittura il battito cardiaco. Ma si puo’ davvero credere che una etichetta simile sia sinonimo di cibo poco calorico, senza aver letto con attenzione le informazioni nutrizionali?

Questi acquisti stanno avvenendo con eccessivo impulso, non bisogna pero’ illudersi, visto che gli apporti calorici delle etichette verdi non sono affatto inferiori rispetto a quelli delle etichette bianche o rosse. Dunque, ogni volta che si andra’ al supermercato o in qualsiasi punto vendita bisognera’ prestare maggiore attenzione a questi particolari, in modo da evitare danni inutili alla nostra salute.

Autore: Simone Ricci – Iljournal.it