Hera: highlight finanziari e operativi del primo trimestre 2020

I risultati del primo trimestre 2020 di Hera confermano la validità del modello di business della multiutility italiana in linea con le direttive del Piano industriale.

Hera Multiutility ItalianaIl nuovo Consiglio di Amministrazione del Gruppo Hera, insediato il 29 aprile 2020 e presieduto da Tomaso Tommasi di Vignano, ha approvato i risultati economici consolidati del primo trimestre 2020 che hanno evidenziato un miglioramento rispetto all’analogo periodo del 2019, grazie al contributo della crescita organica e dell’M&A che hanno saputo più che compensare gli effetti del mite clima invernale e dell’emergenza sanitaria scaturita dal Covid-19.

In generale, i risultati raggiunti confermano la validità del modello di business della multiutility italiana, che bilancia attività regolamentate e in libera concorrenza e, in linea con le direttive del Piano industriale, promuove crescita, sostenibilità e innovazione, che si sono dimostrate leve competitive efficaci per creare valore sui territori serviti e per tutti gli stakeholder.

Tra le principali variazioni rispetto al primo trimestre 2019 si segnalano l’acquisizione di Cosea Ambiente, la società che gestisce il servizio rifiuti urbani e assimilati di proprietà di 20 Comuni dell’Appennino tosco-emiliano, degli impianti di trattamento rifiuti di Pistoia Ambiente in Toscana e, infine, la finalizzazione della partnership tra Hera e Ascopiave, che ha sancito attraverso EstEnergy la nascita del maggiore operatore energy nel Nord-Est e il contestuale riassetto delle rispettive attività di distribuzione gas.

Highlight finanziari del gruppo Hera

– Ricavi a 2.055,8 milioni di euro (+5,9%)
– Margine operativo lordo (MOL) a 349,2 milioni di euro (+5,6%)
– Utile netto a 130,3 milioni di euro (+0,5%)
– Posizione finanziaria netta a 3.229,1 milioni di euro

Highlight operativi del gruppo Hera

– Buon contributo alla crescita da parte dei principali business, con particolare riferimento ai settori energy e ambiente
– Solida base clienti nei settori energetici, in forte aumento a 3,3 milioni di clienti, grazie alla recente partnership con Ascopiave
– Molteplici attività messe in campo per tutelare e sostenere tutti gli stakeholder, a partire dai clienti con le agevolazioni concesse nei pagamenti delle bollette.

Devi essere loggato per commentare Login