Gruppo Generali: raccolta premi 2010 +3.8%

Il Gruppo ha chiuso l’esercizio 2010 con una raccolta premi complessiva lorda di €73.188 milioni, in crescita del 3,8% (€70.530 milioni nel 2009; +2,8% a termini omogenei). Si conferma il forte sviluppo del segmento vita (+4,5%) che supera i €51 miliardi. Alla crescita dei premi vita hanno contribuito, in particolare, l’ottimo progresso in Italia, Germania, Paesi dell’Est e Cina. Torna a crescere in maniera sostenuta anche la raccolta nel segmento danni (+2,1%), superando i €22 miliardi, dove emergono le ottime performance di Italia e Francia.

I risultati di raccolta confermano la validità della strategia del Gruppo e il suo modello di business caratterizzato da un’elevata diversificazione geografica e diversi canali di vendita proprietari. La produzione del Gruppo si contraddistingue anche per la sua qualità, come mostrano l’elevata Raccolta netta vita (la differenza tra i premi incassati e i pagamenti per scadenze e riscatti) a €16,1 miliardi e la nuova produzione in termini di APE (Annual Premium Equivalent) che ha superato i €5,3 miliardi (+2,8%).

La raccolta vita complessiva registra una significativa crescita (+4,5%) a €51.098 milioni (€48.894 milioni a fine 2009; +3,6% a termini omogenei).
Analizzando la raccolta sulle singole aree geografiche, si evidenzia un significativo incremento in Italia (+6,8%), grazie alla crescita nelle polizze individuali tradizionali, e il forte sviluppo in Germania (+12,5%), dove emergono ottime performance in tutte le linee di business. Buono anche il risultato dei Paesi dell’Europa Centro-orientale (+5,6%; +1,2% a termini omogenei) grazie al sensibile aumento delle polizze linked, in particolare in Polonia e Repubblica Ceca. La Francia segna, invece, un calo del 7,9% a seguito della scelta di orientare la produzione verso prodotti a maggiore redditività. Il trend di raccolta nel Paese ha comunque segnato una ripresa nel quarto trimestre (+12,4%).

Per quanto riguarda l’Asia, continua il forte sviluppo in Cina (+44,7%; +36,6% a termini omogenei), che conferma il Gruppo tra i primi operatori vita stranieri. In aumento anche la nuova produzione vita (APE) che ha raggiunto €5.333 milioni con una crescita del 2,8% (€5.188 milioni a fine 2009; +1,3% a termini omogenei). Al risultato hanno concorso in particolare l’andamento registrato in Italia (+3,6%), nell’Est Europa (+8,7%; 5,3% a termini omogenei) e in Asia (+37,2%; +23,2% a termini omogenei).

La Capogruppo Assicurazioni Generali è quotata alla Borsa Italiana di Milano (GASI.MI, G.MI) ed ha un rating AA- (Standard & Poor’s) e Aa3 (Moody’s).