Gruppo CIR: risultati in crescita nei primi nove mesi del 2015

Il CdA del gruppo CIR ha approvato i risultati al 30 settembre 2015. Ricavi a € 1,9 mld (+7,1%), EBITDA a € 174,4 mln (+13%), utile netto a € 39,6 mln.

I ricavi del gruppo CIR nei primi nove mesi del 2015 sono ammontati a € 1.897,4 milioni, in crescita del 7,1% rispetto a € 1.771,2 milioni nel corrispondente periodo dell’esercizio precedente. L’aumento è trainato da Sogefi e KOS, che hanno conseguito crescite rispettivamente dell’11,5% e del 12,6%.

Il margine operativo lordo (EBITDA) è stato pari a € 174,4 milioni (9,2% dei ricavi), in aumento del 13% rispetto a € 154,4 milioni nei primi nove mesi del 2014 (8,7% dei ricavi). Il risultato operativo (EBIT) è ammontato a € 96,7 milioni (5,1% dei ricavi), in crescita del 15,9% da € 83,4 milioni (4,7% dei ricavi) dello scorso anno. Tale andamento è dovuto principalmente ai risultati ottenuti da Sogefi e KOS; Espresso ha registrato margini in linea con i primi nove mesi del 2014.

L’utile netto è ammontato a € 39,6 milioni rispetto a € 5,4 milioni nei primi nove mesi del 2014.

Il contributo delle controllate industriali al risultato netto del gruppo CIR è ammontato a € 25 milioni, rispetto a € 4,4 milioni nei primi nove mesi del 2014. Espresso, Sogefi e KOS, infatti, hanno registrato significativi incrementi del risultato netto.

Il contributo della capogruppo CIR S.p.A. e delle controllate non industriali è stato positivo per € 14,6 milioni rispetto a € 1 milione nei primi nove mesi del 2014. Sono diminuiti gli oneri finanziari grazie al buy-back del bond realizzato in ottobre del 2014 e sono aumentati i proventi della gestione finanziaria.

L’indebitamento finanziario netto consolidato al 30 settembre 2015 ammontava a € 202,9 milioni rispetto a € 209,5 milioni al 30 giugno; l’aumento di € 90,1 milioni rispetto al dato al 31 dicembre 2014 (€ 112,8 milioni) è principalmente riconducibile alle acquisizioni effettuate da KOS, all’aumento del capitale circolante di Sogefi e agli acquisti di azioni proprie effettuati da CIR nel periodo. Il gruppo Espresso ha registrato un miglioramento della propria posizione finanziaria netta, dovuto in parte alla cessione del canale televisivo Deejay TV.

La posizione finanziaria netta della capogruppo al 30 settembre 2015 era positiva per € 360,2 milioni (€ 370,8 milioni al 30 giugno). La riduzione rispetto a € 379,5 milioni a fine 2014 è dovuta principalmente agli esborsi per acquisti di azioni proprie effettuati nei primi nove mesi (€ 40,3 milioni), in parte compensati dai flussi positivi della gestione finanziaria.

Il patrimonio netto di gruppo al 30 settembre 2015 ammontava a € 1.106,0 milioni rispetto a € 1.104,5 milioni al 31 dicembre 2014. La variazione è determinata in aumento dal risultato del periodo e in diminuzione dagli acquisti di azioni proprie effettuati dal gruppo nei nove mesi.

Devi essere loggato per commentare Login