Groupon continua ad essere scorretta con i clienti

Groupon continua ad essere scorretta con i clientiSara’ pure il leader mondiale dei gruppi di acquisto, ma Groupon continua a segnalarsi per i suoi comportamenti poco corretti: l’associazione dei consumatori Altroconsumo ha rivolto due accuse molto dure e precise alla societa’, vale a dire pratiche commerciali scorrette e clausole vessatorie. Ecco perche’ l’Autorita’ Garante della Concorrenza e del Mercato ha ricevuto un esposto a tal proposito e vi potrebbe essere una multa nel giro di breve tempo.

Che cosa ha combinato il celebre sito di e-commerce? Le scorrettezze denunciate sono diverse, visto che si va dalle prestazioni differenti da quanto pubblicizzato all’impossibilita’ di usare i coupon a causa delle vendite superiori alle disponibilita’, per non parlare delle difficolta’ incontrate nel presentare un reclamo. I consumatori si sono trovati di fronte a numerosi problemi, anche se a onore del vero Groupon e’ in “buona” compagnia per quel che riguarda questi casi.

Anzitutto, il cliente non e’ mai in grado di capire quando la societa’ e’ obbligata a rimborsare l’acquisto effettuato, come anche le responsabilita’ nell’ipotesi di inadempimento. Qualsiasi problema che ha a che fare con i coupon va a finire nello stesso identico modo. Nel dettaglio, il cliente si rivolge al sito in cui ha acquistato la prestazione, il sito suggerisce di rivolgersi all’azienda partner e quest’ultima ritiene invece che sia responsabile il sito. Una situazione davvero inaccettabile.

In effetti, lo scorso anno Altroconsumo ha ricevuto ben 563 richieste di intervento, in gran parte a causa dei problemi relativi alla consegna dei buoni. Il consiglio dell’associazione e’ molto utile. Quando ci si trova di fronte a un disservizio bisogna seguire alla lettera la procedura suggerita nei siti dei gruppi di acquisto. Nel caso trascorrano quindici giorni lavorativi senza risposte, ci si puo’ rivolgere proprio ad Altroconsumo e ai suoi avvocati.

Autore: Simone Ricci – Iljournal.it