Future Bund del 12 gennaio

altNegativa la passata sessione per il future Bund che registra un -0.39% chiudendo gli scambi a quota 125.79 in una giornata caratterizzata da una prima verifica delle aree di supporto che per ora sono state in grado di contenere la pressione dei venditori. Disegnata sul frame daily un’outside bar che sarà opportuno monitorare. Il pattern che solitamente scaturisce in prossimità di livelli critici suggerisce cautela ed ingressi nel mercato solo alla rottura del massimo (126.47) o del minimo (125.7) di riferimento. Un’eventuale fuoriuscita dei prezzi dal range potrebbe infatti, se accompagnata da forti volumi di scambio, consentire accelerazioni rialziste o ribassiste. Allo studio del frame giornaliero la view tecnica appare comunque tendenzialmente neutrale. E’ ipotizzabile quindi un andamento dei prezzi compreso tra le aree di supporto e di resistenza. In ottica rialzista primi segnali di inversione della tendenza potrebbero scaturire da un consolidamento al di sopra di area 126.16 mentre invece prime indicazioni per l’avvio di una fase di debolezza verrebbero fornite dall’infrazione di area 125.7. I maggiori oscillatori di riferimento presentano anch’essi un’impostazione neutrale anche se cominciano a scaturire primi segnali positivi sul Momentum. Dall’analisi volumetrica si riscontra un aumento degli scambi rispetto alla rilevazione precedente.

Per ricevere il Report Operativo entro le ore 08:30 nella tua casella di posta elettronica diventa Cliente Premium sottoscrivendo una delle opzioni di abbonamento disponibili all’indirizzo https://www.tendenzamercati.net/Report-Giornaliero.html

Attesi movimenti al rialzo al di sopra dei 126.16 punti per il test di area 126.47 prima e 125.88 poi, livello dove è presumibile un ritorno dei venditori. Il superamento di tale soglia potrebbe preludere a nuovi target individuabili in area 127.33.

Prevista fase di debolezza al di sotto dei 125.7 punti per una verifica di area 125.44 prima e 125.12 poi, livello dove è lecito attendersi un ritorno dei compratori. L’infrazione di tale soglia potrebbe preludere a nuovi target individuabili in area 124.79.