TendenzaMercati

Segnali Operativi su Azioni Italia, Azioni USA, Futures e Forex

Migliorano i flussi commerciali con i paesi extra Ue

Cresce a ottobre 2016 il surplus extra Ue dell’Italia a 3,85 miliardi di euro. I flussi commerciali mostrano tuttavia dinamiche divergenti.

flussi commerciali extra UeA ottobre 2016 i flussi commerciali dell’Italia con i paesi extra Ue mostrano dinamiche divergenti rispetto al mese precedente, con una contrazione delle esportazioni (-1,1%), dopo quattro mesi di crescita, e un più ampio aumento delle importazioni (+3,6%).

Il surplus commerciale (+3.848 milioni) è di poco superiore a quello dello stesso mese del 2015 (+3.529 milioni).

La flessione congiunturale delle vendite verso i paesi extra Ue è estesa a tutti i raggruppamenti principali di beni. L’energia (-5,0%) e i beni di consumo durevoli (-4,5%) registrano un calo più marcato della media.

Dal lato dell’import, l’incremento congiunturale riguarda quasi tutti i comparti, a esclusione dei beni intermedi (-0,3%). In particolare, l’energia (+8,8%) consegue un incremento molto

Nell’ultimo trimestre, la dinamica congiunturale dell’export verso i paesi extra Ue rimane comunque positiva (+1,2%) ed estesa a tutti i raggruppamenti principali di beni. L’aumento delle vendite di energia sui mercati extra Ue è molto marcato (+12,9%).

Nello stesso periodo, l’incremento congiunturale dell’import (+1,4%) investe tutto il comparto non energetico, in particolare i beni strumentali (+5,4%) e i beni di consumo (+2,8%). Al contrario l’energia (-4,1%) è in forte contrazione.

A ottobre 2016 le esportazioni su base annua sono in flessione (-2,3%) determinata, in gran parte, dall’energia (-26,1%) e dai beni di consumo durevoli (-12,3%). Contrastano la tendenza decrescente delle esportazioni le vendite di beni di consumo non durevoli (+3,3%).

Le importazioni registrano un forte calo tendenziale (-5,5%), ascrivibile ai beni intermedi (-9,8%), all’energia (-7,0%) e, in misura minore, ai beni di consumo (-4,6%).

Al netto della differenza nei giorni lavorativi (21 a ottobre 2016 rispetto ai 22 di ottobre 2015) le esportazioni registrano una crescita tendenziale (+2,9%), mentre la dinamica delle importazioni si conferma negativa ma risulta meno marcata (-1,6%).

A ottobre 2016, rispetto allo stesso mese del 2015, aumentano le vendite di beni verso paesi ASEAN (+11,4%), Cina (+9,5%), Giappone (+7,5%) e paesi OPEC (+1,7%). Turchia (-16,5%) e Russia (-12,3%) sono in marcata flessione mentre paesi MERCOSUR (-3,7%), Svizzera (-2,9%) e Stati Uniti (-1,8%) segnano un più contenuto decremento delle esportazioni.

Le importazioni da India (+27,4%), Turchia (+21,7%), paesi OPEC (+10,6%) e paesi MERCOSUR (+5,3%) sono in espansione, mentre gli acquisti da Russia (-18,7%), Svizzera (-12,2%) e Cina (-8,0%) registrano una marcata flessione. E’ quanto comunicato dall’Istat.

STRATEGIE OPERATIVE

Segnali operativi sia al rialzo (Long) che al ribasso (Short) su azioni italiane ed americane, futures e forex

PERFORMANCE STRATEGIE

Analisi Tecnica

Intesa Sanpaolo: prende corpo ipotesi rialzista

Intesa Sanpaolo: prende corpo ipotesi rialzista

Il superamento di area 2.2080 lascia spazio all’ipotesi di continuazione dell’ascesa per Intesa Sanpaolo in direzione…

Edit Template

Copyright © 2006-2022. Tutti i diritti riservati. Powered by Royal Web Design.