TendenzaMercati

Segnali Operativi su Azioni Italia, Azioni USA, Futures e Forex

Eurozona: prospettive di recessione e inversione curva tassi

La sfida del 2023 per l’eurozona sarà quella di affrontare i segnali contrastanti dell’inflazione e della crescita economica.

eurozonaSe il 2022 ha segnato la fine della politica dei tassi di interesse negativi e dell’espansione del bilancio della BCE, la sfida del 2023 per l’eurozona sarà quella di affrontare i segnali contrastanti dell’inflazione e della crescita economica.

Rimarranno al centro dell’attenzione il controllo sull’inflazione e quello sull’efficacia delle politiche attuate per il suo contenimento.

Nel 2022 è stata interamente ribaltata la politica della BCE, che rimasta inalterata dal periodo successivo alla crisi finanziaria del 2008 e che prevedeva, oltre ai bassi tassi d’interessi o negativi in risposta alla bassa crescita economica, un bilancio in continua espansione e una riduzione per l’emissione dei titoli di stato tedeschi per via dell’impegno alle misure di austerity.

Per proteggere i consumatori dalle conseguenze della crisi energetica e dall’inflazione che ne deriva, la banca centrale ha invece incentivato le nuove emissioni di titoli di stato mettendo in atto come misure primarie una politica aggressiva per il rialzo dei tassi insieme alla già anticipata intenzione di procedere con la manovra del QT (quantitive tightening o inasprimento quantitativo) così da ridurre il proprio bilancio.

Entrambi i processi si presentano non privi di rischi e saranno per questo implementati in maniera graduale, scalzando il principale motore tecnico dei tassi strutturalmente bassi nell’eurozona.

L’inflazione persistente, e quindi l’incertezza sull’andamento dei tassi ufficiali, dovrebbe impedire che nel 2023 i tassi iniziali scendano molto al di sotto dei livelli del 2022.

Prevediamo un’inversione della curva dei tassi con un rialzo complessivo del 2,25%. Stimiamo inoltre che, in caso di peggioramento della recessione sull’eurozona, il calo nel rendimento dei treasury bond possa portare i rendimenti dei bund al 2% e dei tassi swap sull’ euro a 10 anni sul 2,5%, per tornare poi ad un rendimento intorno al 3% nel 2024.

Commento a cura di Marco Oprandi – Cirdan Capital

STRATEGIE OPERATIVE

Segnali operativi sia al rialzo (Long) che al ribasso (Short) su azioni italiane ed americane, futures e forex

PERFORMANCE STRATEGIE

Analisi Tecnica

Intesa Sanpaolo: prende corpo ipotesi rialzista

Intesa Sanpaolo: prende corpo ipotesi rialzista

Il superamento di area 2.2080 lascia spazio all’ipotesi di continuazione dell’ascesa per Intesa Sanpaolo in direzione…

Edit Template

Copyright © 2006-2022. Tutti i diritti riservati. Powered by Royal Web Design.