Eni acquisisce da Sasol partecipazione e operatorship nell’offshore orientale del Sud Africa

L’accordo con Sasol rafforza la presenza di Eni nell’offshore dell’Africa orientale, dove Eni è presente con attività esplorative in Mozambico e Kenya.

Eni offshoreEni ha concluso con Sasol Petroleum International, società controllata dalla compagnia sudafricana Sasol che opera nell’upstream dell’oil&gas, l’accordo (farm-in agreement) per acquisire la partecipazione del 40% e l’operatorship del permesso ER236, che garantisce il diritto di esplorazione di un’ampia e inesplorata area offshore di 82 mila chilometri quadrati al largo delle coste orientali del Sud Africa, nei bacino di Durban e Zululand, nella provincia di Kwazulu-Natal.

Il permesso esplorativo è stato assegnato a Sasol nel 2013 dall’organismo regolatorio sudafricano Petroleum Agency of South Africa (PASA). L’accordo rafforza la presenza di Eni nell’offshore dell’Africa orientale, dove è presente con attività esplorative in Mozambico e Kenya.

Devi essere loggato per commentare Login