Economia: meta’ degli italiani non supera il reddito di 15.723 euro. I poveri superano quota 4 mln

La meta’ dei contribuenti italiani non supera il reddito di 15.723 euro e il 90% dei soggetti dichiara invece un imponibile complessivo fino a 35.601 euro.

Lo rileva il Dipartimento delle Finanze del Ministero dell’Economia, analizzando le dichiarazioni Irpef relative all’anno d’imposta 2011. Il 5% dei contribuenti con i redditi piu’ alti detiene il 22,9% del reddito totale, ossia una quota maggiore a quella detenuta dal 55% dei contribuenti con i redditi piu’ bassi. I lavoratori autonomi hanno il reddito medio piu’ elevato, pari a 42.280 euro, mentre il reddito medio dichiarato dagli imprenditori e’ pari a 18.844 euro.

Per quanto riguarda le altre categorie, il reddito medio dichiarato dai lavoratori dipendenti e’ pari a 20.020 euro, quello dei pensionati e’ di 15.520 euro e, infine, il reddito medio da partecipazione e’ 16.670 euro.

Il confronto con l’anno d’imposta 2010 mostra una crescita dei redditi medi d’impresa (+3,7%), da pensione (+3,6%) e da lavoro autonomo (+2,3%) maggiore del reddito medio complessivo (+2,1%), mentre il reddito medio da lavoro dipendente (+1,1%) e da partecipazione (+1,0%) crescono in misura inferiore.

23 / 03 / 2013

Economia

Scrivi il tuo commento sulla pagina ‘Economia: meta’ degli italiani non supera il reddito di 15.723 euro. I poveri superano quota 4 mln ‘

Economia Soldi Societa’   Autore: redazione – Finanzautile.org