Disoccupazione lavoratori edilizia: requisiti e domanda

La disoccupazione per i lavoratori settore edile Ex Legge 427/1975 articoli 9 e’ una prestazione riconosciuta ai lavoratori con la qualifica di impiegati e operai dipendenti di imprese edili e affini, anche artigiane, anche con contratto a termine, che sono stati licenziati per:

cessazione dell’attivita’ aziendaleultimazione del cantiere o delle singole fasi lavorativeriduzione di personalefallimento di aziende edili ed affini anche artigiane

I requisiti per ottenere il trattamento speciale sono:

avere almeno 10 contributi mensili o 43 contributi settimanali per lavoro prestato nel settore dell’edilizia versati o dovuti all’assicurazione obbligatoria per la disoccupazione involontaria nei due anni precedenti la data del licenziamento. Sono utili anche i contributi relativi a periodi assicurativi maturati in Paesi convenzionati purche’ si riferiscano a lavoro svolto nel settore edileavere reso ai Centri per l’Impiego la disponibilita’ a svolgere attivita’ lavorativaavere reso la D.I.D. (Dichiarazione di Immediata Disponibilita’)

PER QUANTO TEMPO

La durata del trattamento e’ pari a 90 giornate e viene corrisposto per un massimo di 30 giorni al mese, comprese le domeniche ed i giorni festivi, tranne che per il mese di febbraio, nel quale vengono corrisposti 28 giorni (29 negli anni bisestili).

L’art. 14 della legge dispone che qualora il lavoratore abbia i requisiti per il diritto all’indennita’ di disoccupazione ordinaria, quest’ultima viene concessa successivamente al trattamento speciale per l’edilizia. Pertanto al termine dei 90 giorni verranno erogati ulteriori 150 giorni per lavoratori fino a 50 anni di eta’, e 270 giorni per lavoratori di eta’ superiore a 50 anni.

QUANTO SPETTA

L’importo giornaliero del trattamento e’ pari all’80% della retribuzione media giornaliera facendo riferimento alle ultime quattro settimane di prestazione lavorativa. L’importo da corrispondere e’ riferito al massimale che viene determinato ogni anno sulla base della variazione annuale dell’indice Istat dei prezzi al consumo.

Qualora il trattamento comprenda le giornate comprese tra il 18 ed il 24 dicembre al beneficiario spetta uno speciale assegno per la ricorrenza natalizia nella misura pari a 6 giorni di trattamento speciale.

QUANDO CESSA

Il pagamento del trattamento viene interrotto quando:

il lavoratore si rioccupa come dipendente per un periodo superiore a 5 giorni oppure intraprende un’attivita’ autonoma o parasubordinata.al lavoratore vengono corrisposte le 90 giornate.

LA DOMANDA

Il lavoratore deve recarsi presso il Centro per l’Impiego competente dove viene resa la dichiarazione di immediata disponibilita’ (DID). Il termine di presentazione della domanda e’ di 2 anni dalla data del licenziamento. La domanda deve essere corredata dal modello DS22ed. rilasciato dal datore di lavoro.

IL PAGAMENTO

Secondo le disposizioni vigenti, le Pubbliche Amministrazioni non possono effettuare pagamenti in contanti per prestazioni il cui importo netto superi i 1.000,00 Euro. Le somme potranno essere riscosse mediante accredito su:

Conto corrente bancario o postaleLibretto postaleINPS cardCarta di pagamento dotata di IBAN.

Tutti gli strumenti di pagamento devono essere nominativi e intestati al legittimo beneficiario.

ATTENZIONE

E’ prevista inoltre un trattamento di disoccupazione (sempre per l’edilizia) di cui alla legge N. 451 DEL 1994 se:

e’ stato licenziato, a seguito di procedura di mobilita’, da aziende edili che abbiano attuato un programma di trattamento straordinario di integrazione salariale;

22 / 02 / 2013

Lavoro

Scrivi il tuo commento sulla pagina ‘Disoccupazione lavoratori edilizia: requisiti e domanda ‘

Lavoro Economia DisoccupazioneAutore: redazione – Finanzautile.org