Dipendenti pubblici: arrivano i tagli. Oltre 4.000 gli esuberi. Ma non finisce qui

Brutte notizie per i dipendenti pubblici. Secondo le stime esposte ai sindacati dal ministro della Funzione pubblica Filippo Patroni Griffi, nelle amministrazioni centrali le eccedenze assolute di personale non dirigente sarebbero pari a 4.028 unita’.

In base ai numeri diffusi, il taglio determinera’ circa 342 milioni di risparmio. Sono previsti poi 487 esuberi tra i dirigenti, con un risparmio di 50 milioni. Sempre per quanto riguarda i dirigenti, gli esuberi ammontano a 48 nella prima fascia e 439 nella seconda.

E NON FINISCE QUI

Le tabelle distribuite ai sindacati purtroppo si riferiscono solo a una parte della Pa.

Sono infatti esclusi da questo primo taglio, Enti locali, scuola, Forze Armate, ma anche ministeri come Giustizia, Interni, Esteri e Inps-Inpdap.

Su questi enti -sempre secondo le parole del Ministro – si avranno riduzioni organiche significative.

Ricordiamo infatti che la relazione tecnica al decreto legge sulla spending review prevedeva circa 24mila esuberi su una platea complessiva di 3,3 milioni di dipendenti pubblici.

13 / 11 / 2012

Lavoro

Scrivi il tuo commento sulla pagina ‘Dipendenti pubblici: arrivano i tagli. Oltre 4.000 gli esuberi. Ma non finisce qui ‘

Lavoro Economia Crisi   Autore: redazione – Finanzautile.org