Dimissioni papa: cosa succede ora. I possibili successori

Con le annunciate dimissioni di Papa Benedetto XVI si apre un preciso iter che portera’ alla nomina del nuovo Papa.

Ricordiamo che le dimissioni di un Papa sono una cosa rarissima nella storia millenaria della Chiesa. L’ultimo caso di dimissioni risale al 1415, ovvero a Gregorio XII, ancor prima Celestino V che lascio’ nel 1294 per tornare alla vita eremita dopo solo cinque mesi di pontificato.

COSA SUCCEDE ORA

Fino al 28 febbraio Benedetto XVI rimarra’ in carica con tutte le attuali funzioni, poi ufficialmente alle ore 20, scattera’ la sede vacante, ovvero il periodo di interregno che separa la morte del Pontefice (non e’ questo il caso) dall’elezione del nuovo, cosa che avviene attraverso il Conclave, a cui possono partecipare tutti i cardinali che hanno meno di 80 anni di eta’.

Dal 1 marzo sara’ il Cardinale Angelo Sodano a reggere la sede vacante fino a che non si arrivera’ all’elezione del nuovo Pontefice.

CHI SARA’ IL NUOVO PIETRO

Sono in molti a scommettere che il nuovo Papa arrivera’ dall’Africa o dall’Italia.

Questi i nomi: il cardinale nigeriano Francis Arinze, il ghanese Peter Turkson, il cardinale canadese Marc Ouellet (6,00).

Tra i candidati italiani c’e’ l’arcivescovo Angelo Scola e il cardinale Bertone.

11 / 02 / 2013

Papa

Scrivi il tuo commento sulla pagina ‘Dimissioni papa: cosa succede ora. I possibili successori ‘

Papa Economia Societa’Autore: redazione – Finanzautile.org