Contributi 2013 per artigiani e commercianti: le nuove aliquote

Dal 1° gennaio 2012, le aliquote contributive pensionistiche di finanziamento e di computo delle gestioni pensionistiche dei lavoratori artigiani e commercianti iscritti alle gestioni autonome dell’Inps, sono incrementate di 1,3 punti percentuali e successivamente di 0,45 punti percentuali ogni anno fino a raggiungere il livello del 24%.

Di conseguenza, le aliquote contributive per l’anno 2013 per artigiani e commercianti sono pari al 21,75%.

Continuano ad applicarsi, anche per l’anno 2013, le disposizioni di cui all’art. 59, comma 15 della legge 27 dicembre 1997, n. 449, relative alla riduzione del 50% dei contributi dovuti dagli artigiani e dagli esercenti attivita’ commerciali con piu’ di sessantacinque anni di eta’, gia’ pensionati presso le gestioni dell’Istituto.

Per i soli iscritti alla gestione degli esercenti attivita’ commerciali, alla predetta aliquota dovra’ essere sommato lo 0,09%, a titolo di aliquota aggiuntiva istituita dall’art. 5 del Decreto legislativo 28 marzo 1996 n. 207, ai fini dell’indennizzo per la cessazione definitiva dell’attivita’ commerciale.

L’obbligo al versamento di tale contributo e’ stato prorogato, ad opera dell’art. 35, comma 1, della legge n.183 del 2010 n. 2), fino al 31 dicembre 2014.

Per effetto di quanto disposto dall’articolo 49, comma 1 della legge 23 dicembre 1999, n. 488 e successive modificazioni ed integrazioni, e’ dovuto inoltre un contributo per le prestazioni di maternita’ stabilito, per gli iscritti alle gestioni degli artigiani e dei commercianti, nella misura di € 0,62 mensili.

Inoltre, sempre per il 2013, il reddito minimo annuo da prendere in considerazione ai fini del calcolo del contributo IVS dovuto dagli artigiani e dagli esercenti attivita’ commerciali e’ pari a 15.357,00 euro.

ALIQUOTE 2013

Titolari di qualunque eta’ e coadiuvanti/coadiutori di eta’ superiore ai 21 anni

Artigiani: 21,75 %Commercianti: 21,84 %

Coadiuvanti / coadiutori di eta’ non superiore ai 21 anni

Artigiani: 18,75 %Commercianti: 18,84 %

La riduzione contributiva al 18,75 % (artigiani) e al 18,84 % (commercianti) e’ applicabile fino a tutto il mese in cui il collaboratore interessato compie i 21 anni.

Contribuzione IVS sul reddito eccedente il minimale

Il contributo per l’anno 2013 e’ dovuto sulla totalita’ dei redditi d’impresa (circolare n. 102 del 12 gennaio 2003) prodotti nel 2012 per la quota eccedente il predetto minimale di € 15.357,00 annui in base alle citate aliquote e fino al limite della prima fascia di retribuzione annua pensionabile pari, per il corrente anno, all’importo di € 45.530,00.

Per i redditi superiori a € 45.530,00 annui resta confermato l’aumento dell’aliquota di un punto percentuale, disposto dall’art. 3-ter della legge 14 novembre 1992, n. 438.

Le aliquote contributive, pertanto, risultano determinate come segue:

titolari di qualunque eta’ e coadiuvanti / coadiutori di eta’ superiore ai 21 anni

Fino a 5.530,00

Artigiani: 21,75%Commercianti: 21,84%

da 45.530,01

Artigiani:22,75%Commercianti:22,84%

coadiuvanti / coadiutori di eta’ non superiore ai 21 anni

fino a 45.530,00

Artigiani:18,75%Commercianti:18,84%

da 45.530,01

Artigiani:19,75%Commercianti:19,84%

11 / 02 / 2013

Inps

Scrivi il tuo commento sulla pagina ‘Contributi 2013 per artigiani e commercianti: le nuove aliquote ‘

Inps Pensione Economia   Autore: redazione – Finanzautile.org