Consumi e mercato del lavoro, le prospettive per il 2015

Mercato del lavoro in miglioramento nel secondo trimestre 2015 così come la spesa delle famiglie che ha accelerato passando da -0,1% a +0,4% (spesa in beni durevoli +3,3%).

Nel secondo trimestre 2015 la dinamica congiunturale della spesa delle famiglie e delle istituzioni sociali private ha mostrato una chiara accelerazione (+0,4% da -0,1%) contribuendo all’espansione del Pil per 3 decimi di punto percentuale. L’apporto più consistente, oltre il 50%, è stato fornito dalla spesa in beni durevoli (+3,3%), a riflesso del consolidamento della fiducia delle famiglie, ulteriormente rafforzatasi in agosto grazie a un nuovo incremento di tutte le componenti (clima economico, personale, corrente e futuro).

Il mercato del lavoro appare in miglioramento. I dati trimestrali dell’indagine sulle forze di lavoro hanno portato a una revisione al rialzo dell’occupazione rispetto a quanto osservato in precedenza sulla base dei dati mensili. Nel trimestre in esame l’occupazione è cresciuta dello 0,5% rispetto al trimestre precedente. L’espansione ha interessato tutte le aree territoriali e tutti i principali settori produttivi. Tale tendenza è proseguita in luglio (+0,2% rispetto al mese di giugno). Nel complesso, nei primi sette mesi dell’anno, l’incremento degli occupati ha superato le 100 mila unità.

I dati grezzi evidenziano, nel confronto tendenziale, come la classe di età maggiormente avvantaggiata dal miglioramento dell’occupazione sia stata quella degli ultracinquantenni, per i quali la riforma delle pensioni produce un rallentamento delle uscite dal mercato del lavoro. A luglio, il tasso di disoccupazione, che si era stabilizzato nei primi due trimestri dell’anno (rispettivamente 12,3% e 12,4% nei dati destagionalizzati), è diminuito al 12%, favorito oltre che dalla dinamica positiva dell’occupazione, anche da quella degli inattivi (+0,7% rispetto a giugno).

Le prospettive dell’occupazione nei prossimi mesi appaiono moderatamente favorevoli. Ad agosto, le aspettative degli imprenditori sulle tendenze dell’occupazione per i successivi tre mesi sono state positive nel settore dei servizi e nelle costruzioni e stabili nel comparto manifatturiero. Istat.it

Devi essere loggato per commentare Login