Commissione europea: 144 milioni di euro per le malattie rare

Commissione europea: 144 milioni di euro per le malattie rare

Tutte insieme le malattie rare colpiscono una percentuale significativa della popolazione europea: ben 30 milioni di persone, tra cui molti bambini. Gran parte delle malattie rare sono di origine genetica, mentre altre sono provocate da infezioni, allergie e fattori ambientali. E oggi, in occasione della Giornata delle Malattie Rare 2013, la Commissione europea annuncia lo stanziamento di 144 milioni di euro per finanziare 26 nuovi progetti di ricerca sulle malattie rare. I progetti selezionati coinvolgono oltre 300 partecipanti provenienti da 29 paesi europei e non, che comprendono gruppi di ricerca di istituti universitari di primo piano, piccole e medie imprese e gruppi di pazienti. L’obiettivo e’ mettere in comune le risorse e collaborare a livello transfrontaliero per comprendere al meglio le malattie rare e trovare cure adeguate.

I progetti riguardano diverse malattie rare, quali disturbi cardiovascolari, del metabolismo e immunitari, e intendono sviluppare sostanze che possano fornire nuove terapie o migliorare quelle esistenti, comprendere origine e meccanismo delle malattie, migliorarne la diagnosi e il trattamento nelle strutture sanitarie.

Molti di questi nuovi progetti, spiega la Commissione europea in una nota, contribuiranno al lavoro del consorzio internazionale per la ricerca sulle malattie rare (IRDiRC), che rappresenta la piu’ grande iniziativa di ricerca collettiva sulle malattie rare su scala mondiale. Avviato dalla Commissione europea insieme a partner nazionali e internazionali, l’obiettivo principale del consorzio e’ fornire, entro il 2020, 200 nuove terapie per le malattie rare e i mezzi per poter diagnosticare gran parte di queste malattie.

28/02/2013 – 12:13 – Redattore: BS

Autore: BS – Helpconsumatori.it