Chi guadagna e chi perde con il riccometro

Chi guadagna e chi perde con il riccometroIl nuovo riccometro, vale a dire la revisione dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (Isee) sta per riservare un’amara sorpresa ai pensionati e ai proprietari immobiliari con i redditi piu’ bassi. Il rischio tangibile, infatti, e’ che questi soggetti non possano beneficiare del cosiddetto Welfare, ovvero il sistema sociale che garantisce a tutti i cittadini i servizi essenziali. L’allarme e’ stato lanciato dal Servizio Politiche Fiscali della Uil, il quale ha condotto uno studio per il quotidiano torinese La Stampa.

Lo strumento in questione ha l’obiettivo di stanare i furbetti del benessere sociale, ma avrebbe un funzionamento piuttosto particolare. In effetti, al di sotto di certe soglie garantisce delle prestazioni agevolate, ma non nella nuova versione di cui si sta parlando. In pratica, stando ai dati forniti da questo studio, a rimetterci dovrebbero essere i pensionati soli e con una casa di proprieta’.

Una pensione da 14mila euro annui, infatti, un conto leggermente piu’ alto in banca e un immobile di proprieta’ fanno aumentare il reddito Isee al di sopra dei 23.700 euro, il che vuol dire addio a tutte le agevolazioni e i benefici fiscali. Lo stesso discorso vale per un dipendente che guadagna poco meno di ventimila euro l’anno, sposato e con un figlio, sempre a patto che sia proprietario di una casa.

Ma c’e’ anche chi potrebbe guadagnare da tale novita’. Si tratta, nel dettaglio, di chi e’ in affitto oppure ha una famiglia numerosa, dato che il nuovo Isee si dimostra piu’ generoso nei confronti di questi soggetti. Di sicuro, e’ giusto che l’Agenzia delle Entrate e l’Inps collaborino per scovare chi fa il furbo, ma molti cittadini meritano gli assegni di maternita’, i libri scolastici gratuiti e gli sconti sulle bollette.

 

 

I

Autore: Simone Ricci – Iljournal.it