Borse in rosso: pesano le stime Ue. Milano la peggiore. Tonfo Fiat. Spread in salita. Euro debole

Giornata di vendite sulle borse finanziarie che dopo aver festeggiato il secondo mandato di Barack Obama, pagano le brutte notizie provenienti da Fitch che ha minacciato un taglio alla tripla A Usa e dalle brutte prospettive economiche diffuse dall’Ue.

Secondo l’outlook autunnale della Commissione Ue l’economia del Vecchio Continente rimane fragile, ma un graduale ritorno a una moderata crescita e’ atteso nella prima parte del 2013.

In questo quadro a Piazza Affari e’ maglia nera d’Europa: l’indice Ftse Mib ha ceduto il 2,50% a 15.291 punti. Male anche Madrid (-2,37%) e Francoforte (-2,02%). Negative anche le piazze di Londra e Parigi.

Lo spread tra Btp decennali e Bund tedeschi sale a 356 punti, dopo aver toccato un top a quota 357, per un tasso del 4.92%. Il differenziale calcolato sui Bonos spagnoli sale a 434 punti, con un rendimento del 5,7%.

La moneta unica europea viene scambiata oggi a 1,2746 dollari contro 1,2800 dollari in precedenza e a 102,11 yen contro 102,6 yen ieri.

PIAZZA AFFARI

Giornata da dimenticare per Fiat che ha mostrato un tonfo del 6,65% a 3,51 euro accusando il downgrade di Deutsche Bank. Il broker tedesco ha tagliato il giudizio sul Lingotto a sell dal precedente hold, portando il target price a 3 euro da 3,7 euro.

Le vendite hanno colpito anche i titoli del settore bancario: Unicredit ha ceduto il 4,33% a 3,406 euro, Popolare di Milano il 4,38% a 0,407 euro, Mediobanca il 3,24% a 4,474 euro, Ubi Banca il 3,52% a 2,902 euro, Banco Popolare il 3,46% a 1,199 euro, Intesa SanPaolo il 3,35% a 1,212 euro.

Tra i peggiori sul paniere principale da segnalare STM (-6,30% a 4,404 euro) e Atlantia (-3,44% a 12,62 euro). Giu’ anche Generali (-2,22% a 12,35 euro).

07 / 11 / 2012

Borsa

Scrivi il tuo commento sulla pagina ‘Borse in rosso: pesano le stime Ue. Milano la peggiore. Tonfo Fiat. Spread in salita. Euro debole ‘

Borsa Economia Soldi   Autore: redazione – Finanzautile.org