Bolletta luce: cambiare operatore. Cosa valutare

Da alcuni anni, in Italia, i clienti residenziali hanno il diritto di acquistare energia elettrica dal mercato libero dell’energia. Questo significa che ciascuno puo’ scegliere liberamente a quale operatore rivolgersi, senza vincoli dovuti all’area geografica di appartenenza (purche’ si sia connessi alla rete di distribuzione).

Per chi si serve del mercato libero, e’ possibile scegliere tra le diverse proposte degli operatori, cambiare operatore o cambiare le condizioni. Si tratta di una scelta volontaria, che non prevede obblighi aggiuntivi oltre a quelli previsti nel contratto che si sottoscrive.

COEM SCEGLIERE

Per scegliere in maniera consapevole il fornitore di energia elettrica piu’ adatto alle proprie esigenze, e’ necessario innanzitutto stimare i propri consumi (KWh) e la loro ripartizione nell’arco della giornata e della settimana.

LE TARIFFE

Nella visualizzazione delle offerte, sono riportate tariffe monorarie (nelle quali il prezzo dell’energia elettrica consumata e’ uguale in qualsiasi orario del giorno) e tariffe biorarie (nelle quali il prezzo dell’energia elettrica e’ differente per fasce orarie).

Le offerte biorarie hanno costi maggiori per i consumi effettuati dalle 8:00 alle 19:00 durante i giorni lavorativi feriali, mentre hanno costi minori per i consumi effettuati dalle 19:00 alle 8:00 nei giorni feriali e in tutti i giorni festivi.

È utile tenere presente che solo qualora i 2/3 (65%) del consumo totale siano posizionati nella fascia serale nei giorni feriali o nei giorni festivi si ha un risparmio effettivo con l’opzione bioraria. In tutti gli altri casi non ci sarebbe alcun risparmio (anzi, ci sarebbero spese maggiori) e sarebbe quindi consigliabile la scelta di una tariffa monoraria.

CAMBIARE E’ GRATIS

Ricordiamo che il cambio di fornitore di energia elettrica non comporta alcuna spesa aggiuntiva e non prevede alcun cambiamento al contatore e all’impianto elettrico.

La proposta di contratto stipulata col nuovo venditore, se firmata, ha validita’ immediata e il cliente ha diritto di recesso gratuito per 10 giorni dalla data della firma.

Fonte: Facile.it

20 / 03 / 2013

Economia

Scrivi il tuo commento sulla pagina ‘Bolletta luce: cambiare operatore. Cosa valutare ‘

Economia Energia SoldiAutore: redazione – Finanzautile.org