Banca Popolare di Milano: il rating di Moody’s

altBipiemme, Banca Popolare di Milano, ha reso noto che l’agenzia Moody’s Investors Service (Moody’s) ha deciso di diminuire il long-term and deposit rating di BPM a Baa3 da A3, lo short-term debt and deposit ratings a Prime-3 da Prime-2.

Moody’s ha inoltre diminuito la standalone bank financial strength rating (BFSR) di un ‘notch’ a D+, che mappa a Ba1 della scala di rating di lungo termine da C- (che mappava a Baa1). L’outlook per tutti i rating è negativo.

Tuttavia Bipiemme non condivide la decisione di Moody’s che appare basata su motivazioni contraddittorie e senza il supporto di un’adeguata considerazione delle implicazioni delle recenti modifiche alla struttura di governo societario della Banca, ora incentrato su un sistema dualistico particolarmente rigoroso.

Il riconoscimento da parte di Moody’s del miglioramento del sistema di governo societario in risposta alle richieste dell’autorità di vigilanza, della situazione patrimoniale in virtù delle iniziative sul capitale avviate, nonché della soddisfacente posizione di liquidità della Banca, costituiscono una conferma del fatto che le azioni che BPM ha intrapreso vanno nella giusta direzione.

Allo stesso tempo per il management di Bipiemme il riconoscimento evidenzia le contraddizioni alla base della decisione di downgrading e considererà ogni azione che potrà essere intrapresa al fine di tutelare la banca e i suoi azionisti.