Azimut: +30% la raccolta netta primo trimestre 2016

Positiva per € 1,7 miliardi la raccolta netta del gruppo Azimut nel primo trimestre 2016. Avviata la partnership con l’autraliana Sigma Funds Management.

azimut raccolta primo trimestre 2016Nel mese di marzo 2016 Azimut ha registrato una raccolta netta positiva per € 626 milioni (€ 1,7 miliardi nel primo trimestre 2016), beneficiando del consolidamento di Wealthwise, la società di consulenza finanziaria australiana entrata a far parte di AZ NGA. Al netto del consolidamento delle masse amministrate da quest’ultima, il gruppo Azimut ha realizzato nel mese di marzo una raccolta netta positiva di circa € 371 milioni.

Il totale delle masse comprensive del risparmio amministrato si attesta a fine febbraio a € 37,4 miliardi, di cui € 31,6 miliardi fanno riferimento alle masse gestite.

Sul fronte estero, Azimut e il gestore azionario australiano Sigma Funds Management hanno firmato un accordo di compravendita vincolante per creare una partnership nella gestione del risparmio in Australia. AZ International avrà una quota del 51% del capitale di Sigma mentre il restante 49% resterà in mano all’attuale management della società.

Completato il processo autorizzativo da parte delle autorità competenti, Azimut acquisterà tramite AZ International il 51% di Sigma per mezzo di un aumento di capitale differito volto a coprire il capitale circolante di Sigma fino ad un valore cumulato di A$2,1mn (€1,4mn), che verrà utilizzato per finanziare il business plan. Il closing dell’operazione è previsto per aprile 2016. Saranno poi firmati dei patti parasociali che prevedono anche opzioni call/put dove Azimut potrà aumentare la propria quota nell’arco dei prossimi dieci anni.

Pietro Giuliani, Presidente e CEO di Azimut ha così commentato: “I dati di marzo confermano la forte attivazione da parte dei colleghi di Rete, che ci hanno consentito di raggiungere 626 milioni di euro di raccolta netta principalmente su soluzioni di risparmio gestito. Questi risultati dimostrano la grande compattezza del gruppo nell’affrontare le sfide che ci vengono sottoposte dai mercati incerti e volatili. Con l’accordo in Australia portiamo nel gruppo nuovi partner con una forte competenza nel gestire le azioni australiane“.