Auto: tutor e autovelox, come evitare le multe

Partendo dalla regola principale che in auto e’ necessario rispettare i limiti di velocita’ stabiliti dal codice della strada vi forniamo qualche consiglio per evitare le multe da tutor e autovelox.

Per viaggiare “sicuri” e’ bene affidarsi sempre ad un navigatore, sempre aggiornato su strade e posizioni degli autovelox fissi lungo strade e autostrade. Occhio pero’ alle postazioni mobili, che non sempre vengono rilevate.

Per chi non ha un navigatore e’ possibile affidarsi al proprio cellulare/smartphone. Oggi questi dispositivi possono infatti fornire le stesse funzioni dei nagivatori piu’ famosi.

Il programma da usa e’ il famosissimo iCoyote. Un’applicazione mobile che informa il conducente della presenza di autovelox fissi e mobili. L’app e’ infatti collegata a una community di utenti che segnalano in tempo reale livelli di traffico, incidenti stradali e, appunto, zone a rischio multa e ritiro patente.

Un database interno, combinato con le migliaia di segnalazioni ricevute ogni giorno, consente di conoscere il limite di velocita’ nel tratto percorso, posizione distanza e tipo di autovelox, l’orario dell’ultimo avviso (nel caso di postazione mobile) e anche quali sono i tratti di strada particolarmente pericolosi.

iCoyote non e’ l’unica del suo genere: basti pensare alla piu’ rinomata Autovelox Italia – CamSam (disponibile anche per Android). Conviene provarle entrambe e capire qual e’ la piu’ adatta alle proprie esigenze.

Ci sono poi dei dispositivi/strumenti elettronici che possono essere installati direttamente sul cruscotto o sul muso della propria automobile.

Si chiamano “avvisatori” o “intercettatori”. Questi strumenti sono disponibili da diversi anni e sono in grado di segnalare la presenza di postazioni autovelox o di pistole laser gia’ a una certa distanza.

Sul mercato ci sono diversi modelli, non tutti all’altezza delle aspettative. Online non e’ difficile trovarli. In commercio ci sono circa 20-25 modelli diversi, il cui prezzo e’ proporzionale alla qualita’.

Parliamo infine dei famosi blinder. Prodotti in diversi paesi neutralizzano la rilevazione di tutti i Telelaser in commercio, in quanto si basano sullo stesso principio: hanno una coppia di sensori infrarosso da montare dentro la mascherina dell’automobile e una centralina che va nascosta dentro l’abitacolo, nel cruscotto oppure sotto l’autoradio. Alcuni modelli sono dotati di segnalazione acustica e si possono collegare all’autoradio: quando di colpo il volume si azzera e sentite il tipico cicalino di questa apparecchiatura, vuol dire che un laser e’ stato puntato contro la vostra auto ma, fortunatamente per voi, e’ stato neutralizzato.

21 / 02 / 2013

Auto

Scrivi il tuo commento sulla pagina ‘Auto: tutor e autovelox, come evitare le multe ‘

Auto Economia SoldiAutore: redazione – Finanzautile.org