Assicurazione auto: arriva il contratto base. Come funziona

Sbarca anche in Italia sul fronte delle assicurazioni il contratto base per la RC auto, con l’obiettivo di aumentare la trasparenza del settore, la mobilita’ degli assicurati e quindi di ridurre il costo delle polizze.

Il governo ha infatti definito il decreto attuativo per l’introduzione della nuova assicurazione standard che le compagnie saranno obbligate ad offrire.

LE NOVITA’

Tra le principali novita’ c’e’ quella del massimale minimo previsto per legge, fissato ora a 5 milioni di euro complessivi per sinistro, con limite specifico di 1 milione di euro per danni a persone e a cose. Questa norma aiuta a non prendere “fregature” riguardanti una voce, quella del massimale, che talvolta e’ letta con troppa fretta dai consumatori.

Stessa considerazione si potrebbe fare per l’eliminazione della franchigia, che apre ad una copertura completa del sinistro.

Altra importante novita’ e’ quella della guida libera, nel senso che le polizze non potranno limitarsi a coprire solo i sinistri verificatisi con una certa persona alla guida: la copertura sara’ completa, indipendentemente da chi c’e’ alla guida in quel momento.

Vale la pena di ricordare un’altra recente rivoluzione in campo assicurativo e cioe’ l’abolizione del tacito rinnovo.

Tutte queste misure, secondo il ministro Passera, aumenteranno la concorrenza e contribuiranno ad abbassare i prezzi.

COME FUNZIONA

Il premio del contratto base sara’ definito da ogni compagnia assicurativa sulla base delle caratteristiche del cliente (es: eta’, residenza, classe di merito, etc) e del veicolo assicurato.

Il costo di ogni singola garanzia e servizio aggiuntivo rispetto al contratto – liberamente offerti dalle imprese – dovra’ essere indicato a parte.

In questo modo il consumatore potra’ valutare le diverse offerte con maggiore consapevolezza.

Il contratto soddisfa i requisiti minimi obbligatori:

massimale minimo previsto dalla legge (attualmente, 5 milioni di euro per ogni sinistro, con un limite specifico di 1 milione di euro per i danni a persone e cose)

nessuna franchigia, la copertura e’ completa e si basa sul meccanismo di tariffazione «Bonus Malus»

guida libera, con copertura sempre valida a prescindere da chi sia il guidatore del veicolo

rivalse da parte delle compagnie nei confronti degli assicurati limitate rispetto alle casistiche previste dalla normativa vigente.

I TEMPI

La misura, per entrare a regime, necessita di 45 giorni per ottenere il parere del Consiglio di Stato e di 30 giorni per la registrazione in Corte dei Conti (per la messa a disposizione del contratto anche online serviranno altri 60 giorni).

15 / 02 / 2013

Auto

Scrivi il tuo commento sulla pagina ‘Assicurazione auto: arriva il contratto base. Come funziona ‘

Auto Economia SoldiAutore: redazione – Finanzautile.org