UBS: risultati terzo trimestre 2013, utile per azione di 0.15 CHF

In un contesto di mercato impegnativo il gruppo UBS ha registrato nel terzo trimestre 2013 un utile diluito per azione di 0.15 CHF. L’utile ante imposte si è attestato a 356 milioni CHF.

Sulla base dei dati pubblicati, l’utile ante imposte si è attestato a 356 milioni CHF. Il risultato comprende oneri per accantonamenti per contenziosi legali, questioni regolamentari e simili pari a CHF 586 milioni e un beneficio fiscale netto di CHF 222 milioni. UBS si conferma la banca meglio capitalizzata all’interno del peer group e il suo CET1 secondo l’applicazione integrale di BRI Basilea III, è salito all’11,9%. Gli attivi del Gruppo ponderati in funzione del rischio, secondo l’applicazione integrale di Basilea III, sono stati ridotti di CHF 20 miliardi a CHF 219 miliardi, al di sotto degli obiettivi della banca per il 2013 e il 20153. UBS ha continuato a compiere notevoli progressi nel «Non-core and Legacy Portfolio» riducendo gli attivi ponderati in funzione del rischio di CHF 9 miliardi a CHF 69 miliardi e gli attivi di bilancio di CHF 45 miliardi.

Tutte le divisioni di UBS hanno dato un contributo positivo al risultato. Wealth Management ha registrato un utile ante imposte rettificato¹ pari a CHF 617 milioni e una raccolta netta di CHF 5,0 miliardi, con afflussi positivi da tutte le regioni. A titolo di apprezzamento della posizione di leadership e delle ottime prospettive di crescita della divisione, Private Banker International ha attribuito a Wealth Management il primo posto quale banca privata più grande dell’Asia-Pacifico e le ha conferito i riconoscimenti di «Outstanding Global Private Bank», «Outstanding Global Private Bank Asia Pacific» e «Outstanding Private Bank for UHNW Clients».

Wealth Management Americas ha archiviato un utile ante imposte rettificato¹ pari a USD 232 milioni e una raccolta netta di USD 2,1 miliardi. Retail & Corporate ha ottenuto un utile ante imposte rettificato¹ pari a CHF 417 milioni, il più alto profitto trimestrale su base rettificata degli ultimi tre anni, nonostante le continue pressioni sul margine d’interesse. Investment Bank ha conseguito risultati in linea con il suo obiettivo di oltre il 15% per il rendimento annualizzato rettificato del patrimonio attribuito (RoaE)², anche in un trimestre più lento data la stagione, con un utile ante imposte rettificato¹ di CHF 335 milioni. Inoltre, si è nuovamente mantenuta ben al di sotto dei suoi obiettivi di rischio e di bilancio3. Global Asset Management ha riportato un utile ante imposte rettificato¹ di CHF 130 milioni.

UBSHighlights risultati III trimestre 2013 UBS

– Utile ante imposte rettificato del Gruppo pari a CHF 484 milioni; utile netto di competenza degli azionisti UBS di CHF 577 milioni; utile diluito per azione di CHF 0.15.

– Proventi operativi rettificati1 del Gruppo pari a CHF 6201 milioni rispetto a CHF 7232 milioni nel trimestre precedente, con un andamento che riflette principalmente il calo dei proventi netti da interessi e negoziazione e dei proventi netti da compensi e commissioni.

– Costi operativi rettificati1 del Gruppo di CHF 5718 milioni rispetto a CHF 6229 milioni nel trimestre precedente, principalmente a causa della diminuzione delle spese per il personale e per i contenziosi legali, nonché delle spese generali e amministrative.

– Coefficiente CET1 secondo l’applicazione integrale dei requisiti di BRI Basilea III salito di 70 punti base all’11,9%; in aumento di 130 punti base al 17,5% in funzione dell’applicazione progressiva di detti requisiti.

– Prosecuzione del ridimensionamento della leva finanziaria nel bilancio del Gruppo; calo di CHF 80 miliardi a CHF 1049 miliardi.

– Leverage ratio secondo Swiss SRB salito al 4,2%; gli indici della leva finanziaria, del finanziamento e della liquidità si collocano ben al di sopra dei requisiti regolamentari.

Commentando i risultati di UBS per il terzo trimestre 2013, Sergio P. Ermotti, Group Chief Executive OfficeR, ha dichiarato: “I risultati ottenuti nel trimestre dimostrano ancora una volta che il nostro modello operativo funziona in molteplici circostanze di mercato. A un anno dall’accelerazione della nostra strategia, il suo livello di attuazione è più avanzato del previsto. Manterremo l’attuale organizzazione e concentrazione per offrire ai nostri clienti il meglio di UBS e per rispettare i nostri impegni nei confronti degli azionisti”.