Trading online: come investire in attesa della BCE

In attesa del meeting del board della Bce che deciderà se ampliare il piano di quantitative easing, i mercati finanziari appaiono in stallo. Vediamo come investire con il trading online.

Trading online come investireIn questi giorni i mercati finanziari sono in una fase di stallo piuttosto snervante per chi fa trading online. L’attesa è tutta per la riunione della Bce in cui si dovrà decidere se ampliare il quantitative easing e quali misure introdurre per sostenere l’economia anche dopo gli accadimenti di Parigi che hanno stravolto un po tutto.

Mentre l’euro sembra essersi stabilizzato in zona 1,06 sul dollaro, vediamo che i principali mercati finanziari del vecchio continente si trovano in terreno positivo anche se di poco. Ma come abbiamo detto, a dominare è il basso volume di scambi.

Molti trader, infatti, preferiscono mettere in atto una strategia di trading molto conservativa e attendista per paura di trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato. Ormai le borse ci hanno abituato un po a tutto e nessuno sarebbe sorpreso di qualche accadimento dell’ultimo minuto che possa ribaltare ulteriormente la situazione.

Ma, allora, come conviene fare trading online? Per prima cosa possiamo dire che al momento non v sono chiari segnali su quale sia la direzione dei mercati finanziari. Ci troviamo in una fase molto incerta, che possiamo definire laterale sul breve. In questo contesto potrebbe essere la scelta giusta quella di attendere l’esito della riunione della Bce così da poter seguire il mercato. In questo modo si perderà una parte del rialzo o della discesa ma, sicuramente, i rischi che si andranno a correre saranno molto meno.

Un altro aspetto da prendere in considerazione è quello relativo alla tipologia di strumenti di trading online che si andranno ad utilizzare. A questo proposito potrebbe essere interessante valutare anche strumenti speculativi come i contratti per differenza, magari da usare in abbinamento alla leva finanziaria, così da poter sfruttare la formazione di trend giornalieri molto importanti.

Cosa fare, invece, se si hanno dei soldi investiti in fondi comuni di investimento o altri prodotti a lunga scadenza? In questo contesto di mercato i prodotti finanziari che sono orientati al medio-lungo periodo rischiano di essere controproducenti. Mentre in passato il rischio di questi prodotti era molto basso, rispetto ad un’attività classica di trading online, oggi il rischio si è un po ribaltato. Fare trading online con strumenti speculativi sul breve periodo, se fatto con criterio e con le opportune cautele, può essere molto più vantaggioso dell’aprire posizioni di lungo termine.

Questo è dovuto al rischio sistemico e all’attuale condizione dell’economia mondiale che si trova a vivere uno dei momenti più delicati della storia. Nessuno può sapere quello che succederà da qui a 3-5 anni. Ci potrebbero essere dei cambiamenti talmente importanti da poter produrre effetti incontrollabili con qualsiasi strategia di trading online. Per questo le attività di brevissimo periodo sono quelle che permettono un ottimale controllo dei rischi.

A questo proposito, però, ci sembra doveroso fare una precisazione. Per operare nel trading online con strumenti speculativi come i futures o le opzioni binarie bisogna avere le giuste competenze e aver acquisito la pratica necessaria. Improvvisarsi trader, come accade ancora oggi a tanti giovani, è il modo più semplice ed efficace per perdere i propri soldi.

Proprio per questo consigliamo sempre di operare nel trading in maniera consapevole e solo dopo aver studiato almeno le basi dell’analisi tecnica e fondamentale. Solo in questo modo si avrà la possibilità di mettersi alla prova e di raggiungere i propri obiettivi.