Terzo trimestre 2016 da record per Ferrari

Ricavi netti in crescita dell’8,3% e utile netto terzo trimestre 2016 in ascesa del 20%, a 113 milioni di euro per il gruppo Ferrari.

ferrariTerzo trimestre 2016 molto positivo per Ferrari che registra ricavi netti in crescita dell’8,3% con le consegne che hanno raggiunto la cifra complessiva di 1.978 unità.

L’utile netto si è attestato a 113 milioni di euro, in aumento di 19 milioni di euro, del 20%.

Il free cash flow industriale si è attestato a 178 milioni, trainato principalmente dal forte aumento del flusso di cassa generato dalle attività operative.

L’indebitamento industriale netto è stato pari a 585 milioni di euro, in miglioramento rispetto al dato del 30 giugno 2016 pari a Euro 763 milioni.

L’Adjusted EBIT si è attestato a Euro 172 milioni, con un incremento di Euro 32 milioni (+23%) rispetto al Q3 2015 dovuto alla crescita dei volumi (Euro 15 milioni).

I costi di ricerca e sviluppo e i costi industriali sono stati in linea con quelli dell’anno precedente. Le spese generali, amministrative e di vendita sono aumentate (Euro -3 milioni), soprattutto a causa del lancio di nuovi modelli e dei costi sostenuti in relazione ai nuovi negozi a gestione diretta.

I cambi, escluse le operazioni di copertura, hanno avuto un impatto negativo (Euro -3 milioni) sul cambio delle transazioni, principalmente a causa del GBP, in parte compensato dal JPY. Continua il contributo positivo di altre attività di supporto (Euro 9 milioni).

A settembre il gruppo Ferrari ha deciso di disporre il pagamento parziale anticipato di 300 milioni sul term loan di 1.500 milioni di euro, erogato nel 2015 da un sindacato di banche.

Eventi di rilievo
Il 20 ottobre 2016, Ferrari Financial Services Inc., controllata indiretta al 100% di Ferrari N.V., ha messo in atto un programma di cartolarizzazione revolving per il finanziamento dell’importo massimo di USD 200 milioni, attraverso la costituzione in pegno di crediti originati da operazioni di leasing finanziario negli Stati Uniti d’America come garanzia collaterale. I titoli generano un interesse a un tasso annuo pari al LIBOR più un margine di 70 punti base.

I proventi della prima vendita dei crediti finanziari sono stati pari a USD 175 milioni e sono stati usati per rimborsare a ottobre un finanziamento non garantito di USD 150 milioni.

Oggi Ferrari e FCA Bank hanno perfezionato l’accordo sll’attività di servizi finanziari in Europa. FCA Bank ha acquisito una quota di maggioranza in Ferrari Financial Services GmbH per un corrispettivo complessivo pari a Euro 18,6 milioni, in esecuzione del contratto di acquisizione del pacchetto azionario già sottoscritto tra le parti nel corso dell’anno corrente. In seguito al finanziamento erogato direttamente da FCA Bank, Ferrari N.V. riceverà 432 milioni di euro.