Tasi e Tari: si avvicinano le scadenze delle tasse sulla casa

In attesa che il governo Renzi trovi le risorse per attuare il taglio dell’Irpef sulle buste paga degli italiani si avvicinano le scadenze di Tasi e Tari, le tasse sulla casa.

tasi  tariStiamo parlando della Tasi, la tassa sui servizi indivisibili comunali nata con la IUC, che ha sostituito l’Imu, la Tari, la nuova tassa rifiuti che ha sostituito la Tarsu e la Tares.

LE SCADENZE

La Tasi si pagherà il 16 giugno e il 16 dicembre, con la possibilità comunque di versare in unica soluzione entro metà giugno. Ricordiamo che a decidere eventuali diverse scadenze saranno i Comuni chiamati a legiferare entro il prossimo 31 maggio, anche le aliquote, detrazioni ed esenzioni.

Attenzione: se entro tale data non ci sarà nessuna decisione dalla gli acconti dovuti per gli immobili diversi dall’abitazione principale saranno calcolati sulla base dell’aliquota dell’1 per mille. E poi si effettuerà un conguaglio presumibilmente al saldo di dicembre.

Anche per la Tari il pagamento avverrà in due rate semestrali fissate dai Comuni e per le imprese saranno possibili nuovi sconti nel caso dimostrino di aver avviato al riciclo i rifiuti speciali.

LE ALIQUOTE

Le prime case pagheranno in base a un’aliquota fissata dai Comuni, che potrà andare da zero allo 0,33%.

Gli immobili diversi pagheranno una somma di Tasi-Imu che non potrà superare l’1,14%.

Ricordiamo che la maggiorazione fra lo 0,01 e lo 0,08 applicabile alle aliquote che potrebbe essere decisa dai Comuni dovrà produrre (obbligatoriamente) delle detrazioni sulle fasce più deboli. FinanzaUtile.org