Saipem: raffica di downgrades dopo la revisione della guidance 2013

In seguito all’annuncio della revisione al ribasso delle stime sul risultato operativo (Ebit) del 2013, atteso tra i 650 ed i 750 milioni di euro di cui circa il 50% attiene alle attività in Algeria, e del risultato netto

(prevista una perdita nel range 300/350 milioni di euro), sono fioccati i downgrades su Saipem con effetti immediati sulla quotazione del titolo petrolifero che al momento è scambiato all’FTSE Mib a 14,73 euro in calo del 26.75%.

Nomura ha abbassa il target price a 18 euro per azione dai precedenti 22 euro, Credit Suisse ha indicato un prezzo obiettivo a 16 euro per azione dai precedenti 22 euro così come BofA Merrill Lynch, a 16 euro per azione dai precedenti 21 euro, Mediobanca ha ridotto il target a 17,4 euro da 23,7 euro mentre l’agenzia Exane ha tagliato il rating su Saipem ad Underperform (farà peggio del mercato) dal precedente Neutral.