Rc Auto e tolleranza: ecco cosa accadra’

Rc Auto e tolleranza: ecco cosa accadra'Gli automobilisti abituati al rinnovo automatico della polizza Rc Auto non dovranno ambiare le loro abitudini: la data spartiacque e’ il prossimo 1° gennaio.

Il primo giorno del 2013, il momento esatto a partire da quale scattera’ in ogni caso il periodo di tolleranza (quindici giorni rispetto alla scadenza). Uno degli effetti principali che avrebbe dovuto provocare il Decreto Sviluppo e’ stato ora ridimensionato, visto che il la tolleranza scattera’ anche se non e’ presente il tacito rinnovo.

La regola tradizionale a cui siamo stati abituati prevedeva appunto una tolleranza di quindici giorni per il contratto con la clausola di rinnovo tacito al momento della scadenza: quindi, qualora non si fosse richiesta la disdetta, la copertura rimaneva valida anche in assenza del pagamento del premio, una norma che ha avvantaggiato di gran lunga i ritardatari. Nei giorni scorsi, poi, si e’ diffusa la notizia relativa all’abolizione di queste clausole e le preoccupazioni non erano mancate.

In effetti, in assenza dei quindici giorni successivi alla scadenza, si sarebbe rischiata una multa molto vicina agli ottocento euro e addirittura il sequestro della vettura. Con il nuovo testo dell’articolo 170-bis del codice assicurativo si potra’ pero’ tornare a dormire sonni tranquilli. L’ennesima novita’ in fatto di assicurazioni automobilistiche ha una spiegazione ben precisa.

La norma e’ cambiata per rendere piu’ concorrenziale il settore, ma anche e soprattutto per tutelare il consumatore. È stato giusto o sbagliato ritornare sui passi precedenti? Per il momento ha prevalso la volonta’ di non complicare troppo la vita degli automobilisti: quella dei quindici giorni di tolleranza e’ pur sempre una garanzia prevista dal contratto, la Rc Auto ha gia’ riservato parecchie beffe agli italiani.

Autore: simone ricci – Iljournal.it