Rating Telecom Italia: valutazione delle azioni ordinarie al 29 luglio 2013

Le principali agenzie di valutazioni societarie hanno aggiornato il rating Telecom Italia (TIT.MI), azioni ordinarie, con indicazione del giudizio e del target price.

Rating Telecom Italia (Borsa Milano – FTSE Mib) – Quotazione del 26 Luglio 2013: 0,5340 euro, -1.84%.

Banca Akros – Raccomandazione: Buy del 11/06/2013 Target Price: 0,77 euro

Barclays – Raccomandazione: Equalweight del 23/07/2013 Target Price: 0,57 euro

Berenberg – Raccomandazione: Hold del 18/06/2013 Target Price: 0,68 euro

Deutsche Bank – Raccomandazione: Buy del 16/07/2013 Target Price: 1,10 euro

Equita – Raccomandazione: Hold del 10/07/2013 Target Price: 0,70 euro

Espirito Santo – Raccomandazione: Buy del 11/02/2013 Target Price: 0,85 euro

Exane BNP – Raccomandazione: Outperform del 09/05/2013 Target Price: 0,75 euro

Fidentiis – Raccomandazione: Buy del 08/02/2013 Target Price: 1,10 euro

Intermonte – Raccomandazione: Neutral del 16/07/2013 Target Price: 0,60 euro

Kepler – Raccomandazione: Buy del 28/06/2013 Target Price: 0,85 euro

Merrill Lynch – Raccomandazione: Underperform del 18/07/2013 Target Price: 0,52 euro

Nomura – Raccomandazione: Reduce del 20/05/2013 Target Price: 0,58 euro

Santander – Raccomandazione: Hold del 10/04/2013 Target Price: 0,97 euro.

Societe Generale – Raccomandazione: Buy del 09/05/2013 Target Price: 1,00 euro

UBS – Raccomandazione: Sell del 16/07/2013 Target Price: 0,45 euro.

A parte la questione sullo scorporo della rete fissa o della vendita degli asset brasiliani, Telecom Italia potrebbe subire a breve un ulteriore declassamento del rating da parte di Standard and Poor’s. Ciò determinerebbe un aumento degli interessi passivi in grado di ridurre l’utile netto di 200/300 milioni di euro.