Quotazione Poste italiane: via libera per la prima decade di ottobre

Il via libera di Consob e Borsa Italiana di ammissione a quotazione del gruppo Poste italiane è atteso per la prima decade del mese di ottobre.

Il MEF e Poste Italiane hanno presentato alla Consob la domanda di approvazione del Prospetto Informativo sull’Offerta Pubblica di Vendita di azioni Poste Italiane, finalizzata alla quotazione del titolo.

Prevista una quota riservata ai dipendenti del Gruppo.

L’Offerta Pubblica sarà parte di un’offerta globale di azioni, che avrà ad oggetto nel complesso una quota fino al 40% del capitale della società e comprenderà anche un collocamento privato rivolto a investitori istituzionali italiani e internazionali.

Con il via libera di Consob e Borsa Italiana di ammissione a quotazione, entrambi attesi per la prima decade di ottobre, si prevede che, in presenza di adeguate situazioni di mercato, l’offerta possa essere lanciata a metà dello stesso mese, per concludersi nell’arco delle due settimane successive.

La quotazione di Poste Italiane determinerà una riduzione quantitativa del debito pubblico e l’offerta ai mercati ed al pubblico dei risparmiatori di una importante possibilità di investimento.