Piano Telecom: investimenti e forte generazione di cassa

Ammontano a 11 mld di euro gli investimenti del gruppo Telecom in Italia nel piano 2017-2019. Previsto il rilancio delle principali controllate.

investimenti piano telecomIl piano al 2019 che prende il nome di “A Trasforming Company” evidenzia una certa discontinuità con il precedente, ha l’obiettivo di proseguire nel percorso di significativa trasformazione della società ed è caratterizzato da una attenta disciplina finanziaria, investimenti in Italia consistenti e da una forte generazione di cassa.

Ciò consentirà al gruppo di ridurre il rapporto fra indebitamento finanziario netto rettificato ed Ebitda reported sotto 2,7x nel 2018 grazie anche alle azioni di recupero di efficienza previste.

Sono pari a 1,9 miliardi le efficienze sugli Opex e sui Capex previste al 2019 attraverso tre leve volte anche ad aumentare la generazione di cassa: ottimizzazione dei costi, organizzazione snella e trasformazione dei processi. A fine 2019, Tim prevede di aumentare la copertura dell’Italia con reti di nuova generazione raggiungendo oltre il 99% della popolazione con la rete mobile LTE (4G) e il 95% della popolazione con la fibra ottica. In particolare a fine piano saranno 50 le maggiori città con connessione fino a 1Gbit. Nel segmento Mobile Domestico, Tim puntera’ sull’accelerazione della penetrazione della banda ultralarga mobile. E’ previsto quindi che nel 2019 i clienti LTE rappresentino il 90% circa dei clienti Mobile Broadband, grazie alla copertura pressoche’ totalitaria del Paese. Nel segmento Fisso Domestico il Gruppo prevede di azzerare le line losses – ovvero la contrazione del numero di clienti – al 2018 anche grazie all’accelerazione nella diffusione e conseguente adozione della fibra. Fondamentale e’ considerata anche la strategia commerciale volta a mantenere gli attuali clienti attraverso, ad esempio, la fornitura di dispositivi per la casa evoluti e connessi alla rete domestica – Internet of Things – e pagabili direttamente in bolletta.

Gli investimenti previsti in Italia dal gruppo Telecom nell’arco del piano strategico 2017-2019 saranno pari a circa 11 miliardi di euro, di cui circa 5 miliardi destinati all’accelerazione dello sviluppo delle reti ultra broadband.

Gli obiettivi del piano industriale al 2019 possono essere così sintetizzati:

– fatturato ed Ebitda domestic, quest’ultimo con un incremento ‘low-single digit’ anno su anno, confermati in crescita anno su anno per tutto l’arco del piano;

– un rapporto capex/fatturato di gruppo alla fine del triennio inferiore al 20% e un rapporto indebitamento finanziario netto rettificato su Ebitda reported inferiore a 2,7x nel 2018.

Previsto anche un rilancio delle principali controllate: saranno massimizzate le sinergie con Inwit, Sparkle proseguirà nella sua fase di crescita individuando sinergie con la funzione Business di Tim per la gestione di clienti internazionali. In Brasile il piano prevede il proseguimento del rilancio di Tim Brazil, con un suo nuovo posizionamento basato su qualità dell’offerta e delle reti e convergenza.