Moleskine: primo trimestre 2013, crescita significativa in tutte le aree geografiche

Ricavi per 16,4 milioni di euro in aumento del 15,5%. Solida crescita in tutte le aree geografiche e in tutti i canali di vendita.

Il CdA di Moleskine ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2013, l’ultimo trimestre prima della quotazione avvenuta il 3 aprile 2013.

Sintesi dei risultati adjusted del primo trimestre 2013:

– Ricavi a 16,4 milioni di Euro (+15,5%2 rispetto a 14,2 milioni di Euro nel 1Q 2012)
– EBITDA a 5,7 milioni di Euro (+9,7% rispetto a 5,2 milioni di Euro nel 1Q 2012)
– Utile netto a 3,2 milioni di Euro (+20,5% rispetto a 2,7 milioni di Euro nel 1Q 2012)
– Free Cash Flow Operativo3 pari al 42% dell’EBITDA
– Posizione finanziaria netta4 a 43,8 milioni di euro.

Crescita a doppia cifra in tutte le aree geografiche:

EMEA +18,1% rispetto al 1Q 2012
America +11,4%6 rispetto al 1Q 2012
APAC +18,9% rispetto al 1Q 2012

“Moleskine ha registrato un importante primo trimestre in continuità con le performance dell’ultimo anno, rrisultato scaturito da una crescita globale in tutte le aree geografiche e da una progressione positiva in tutti i canali di vendita”, ha commentato Arrigo Berni, Amministratore Delegato.

Ebitda

Nel primo trimestre 2013 l’EBITDA adjusted del gruppo è aumentato del 9,7% attestandosi a 5,7 milioni di euro rispetto a € 5,2 milioni di euro registrati nel primo trimestre 2012. In termini percentuali, l’Ebitda margin adjusted è diminuito dell’1,8% attestandosi al 35% (2012: 36,8%). Tale andamento è derivato da investimenti principalmente legati a personale e visual merchandising, funzionali a sostenere la crescita nel resto dell’anno, anche in relazione allo sviluppo dei nuovi canali diretti.

Utile Netto

L’utile netto adjusted del primo trimestre del 2013 si è attestato a 3,2 milioni di euro, in aumento rispetto ai 2,7 milioni del primo trimestre 2012 (+ 20,5% rispetto al primo trimestre 2012) grazie alla riduzione dell’indebitamento rispetto al primo trimestre 2012 e ai relativi minori oneri finanziari. Il tax rate di Gruppo si attesta al 32%, in linea con il primo trimestre 2012.

La posizione finanziaria netta (PFN) al 31 marzo 2013 è risultata pari a € 43,8 milioni (rispetto a € 43,5 milioni per il FY 2012). Il lieve incremento è dovuto principalmente ai costi per l’IPO e ad altri costi non ricorrenti.

Il Free cash flow operativo è stato pari a € 2,4 milioni con un EBITDA cash conversion del 42%. Il Rapporto Indebitamento finanziario netto/EBITDA Adjusted LTM (dodici mesi precedenti) è pari a 1,29 volte. il dato di posizione finanziaria netta al 31 marzo 2013 non tiene conto dell’IPO avvenuta successivamente il 3 aprile 2013 e quindi non incorpora il relativo aumento di capitale.